19 dicembre 2022 59

Come Monetizzare con un Blog Tech — Le 7 Migliori Idee

Quella tecnologica è una nicchia in costante evoluzione, ed è questo che la rende una lettura interessante per gli appassionati. Nuovi prodotti prendono il posto di quelli vecchi e il ciclo continua. La nicchia IT continua a crescere col passare degli anni, il che è una delle ragioni per cui puoi monetizzare il tuo tech blog nel 2022.

Monetizzare un tech blog ti offre la perfetta occasione per ottenere profitti interessanti mentre condividi il tuo punto di vista coi lettori. Ron Stefanski di One Hour Professor ha costruito un business scrivendo di tecnologia e ha profitti che orbitano intorno a 20 000$ al mese. Hai mai sentito parlare di Salvatore Aranzulla?

Quindi, continua a leggere per scoprire come fare soldi pure tu.


Perché Hai Bisogno di un Tech Blog

Adesso, è certo, la prima domanda che viene in mente quando si parla di monetizzare con un tech blog è perché dovresti avere bisogno di un tech blog quando puoi guadagnare attraverso altri canali come Snapchat, Instagram, Pinterest e persino TikTok?

Quindi, per rispondere alla domanda, dai un’occhiata alle quattro ragioni per cui conviene avere un tech blog.
 

  • Amplia la Tua Conoscenza

Questa è la più semplice e anche la ragione più facile. Se sei interessato a qualcosa, e vuoi comprenderne il meccanismo sottostante, scrivi un articolo al riguardo. Molte persone avviano un blog solo perché vogliono approfondire la propria conoscenza su un certo tipo di tecnologia e quindi finiscono col monetizzare. Sta di fatto che, secondo le  statistiche di Convert Kit avviare un blog di tecnologia perché vuoi ritagliarti il tuo spazio creativo o vuoi iniziare a capirne di più su un argomento, sono due dei sedici motivi che spingono a creare un blog.

 

  • Per Far Crescere il Proprio Brand

Anche se lavori dietro le scene, fai pur sempre parte della community dedicata al marketing digitale. Se conti già su una buona presenza e riconoscimento nella community, è facile che tu finisca realizzando il lavoro dei tuoi sogni, faccia crescere i tuoi profitti e guadagnarti l’approvazione di altre leggende nel tuo campo.  

Uno dei migliori esempi è la storia delle persone che hanno costituito Rambler. Cinque anni fa, nel 2016, hanno raccomandato VIPER come la migliore architettura da usare come strumento per le presentazioni in ambiente iOS e un sostituto per i più classici MVVM e MVC nella comunità iOS. Come ci sono riusciti? Hanno fatto una presentazione chiara e hanno scritto articoli dettagliati sull’argomento. Di conseguenza, molte compagnie e sviluppatori hanno dato una chance a VIPER e, sorpresa, alcuni continuano a usarlo.
 

  • Per Promuovere un’Azienda

Non dimentichiamoci della notorietà di un’azienda. A partire dall’idea di personal branding si finisce sempre col promuovere la solidità del proprio brand, come azienda. Se ci pensi, è una situazione che favorisce tutti. Fai la tua parte per attirare le migliore figure professionali, apri la strada perché anche i tuoi concorrenti seguano il tuo esempio, parli del prodotto della tua compagnia, fai un buon uso delle intuizioni che provengono dal mercato e, in un modo o nell’altro, la tua compagnia supporta te.  

Cardsmobile, per esempio, è una compagnia russa che lavora attivamente per consolidare il proprio brand attivo nelle risorse umane. Si serve di articoli che motivano le persone a condividere le proprie conoscenze con il proprio team, scrive articoli e organizza dibattiti pubblici. Sono riusciti a far conoscere l’importanza di questo tipo di iniziative e aiutano i propri impiegati a seguire questa direzione.

 

  • Per Guadagnare Denaro (o Diventare Freelance)

Molte persone avviano un blog di tecnologia per guadagnare più denaro e diventare indipendenti. Nel settore IT, paradossalmente, le persone di rado iniziano a scrivere per un blog solo per fare soldi, mentre la maggior parte ha un sincero interesse in questo settore. Non di meno, esistono innumerevoli opportunità in questo settore.  

Secondo un sondaggio di Convert Kit, uomini e donne interrogati a proposito delle ragioni che li hanno spinti ad avviare il proprio blog hanno risposto in prevalenza che l’intento era l'indipendenza economica.  


Come Ottenere Traffico dal Tuo Tech Blog per Monetizzare

Quindi, hai un blog? Segna ✔

Sai anche quando vuoi iniziare a monetizzare? Segna ✔

Bene, adesso è il momento di iniziare a generare traffico verso il tuo blog. Analizziamo i tre elementi più importanti per ottenere vero traffico.  


1. Ricerca delle Keyword

Il più grosso errore che commette chi avvia un blog in fase di avvio della propria attività è di scrivere su qualsiasi argomento. Essere poliedrici può premiare di tanto in tanto, ma è bene avere un obiettivo. Questo significa che dovrai ricercare le keyword.

Non tutte le keyword sono uguali. Il modo migliore per avere successo e attirare traffico, quindi monetizzare il tuo tech blog, è cercare keyword con buoni volumi di ricerca ma non competitive.  

Internet è pieno di strumenti SEO per immaginare quali siano le keyword adatte. Usa uno tool in grado di stimare la competitività e il volume di ricerca. Alcuni dei tool più comuni sono Moz, Ahrefs e SEMrush.

Però se non vuoi spendere i tuoi soldi in un tool, allora puoi rivolgerti al keyword planner di Google Ads. Inoltre, puoi fare appello al buon senso e decidere quali keyword usare. Cerca su Google una keyword e vedi quali risultati appaiono. Se la prima pagina è piena di nomi importanti o i siti non sono più aggiornati dal 2002, allora potresti non essere sulle tracce della giusta keyword che ti permetta di ottenere traffico e monetizzare il tuo blog.


2. Backlink e Distribuzione

I backlink sono i link che ottieni da qualche altro sito e che punta alle tue pagine. Si tratta di elementi essenziali nella strategia SEO. Quanti più backlink sei in grado di generare da siti con un'alta Domain Authority, tanto più Google guarderà di buon occhio il tuo blog, considerandolo una fonte autorevole di informazioni.

Quindi, per posizionarti sulle keyword di riferimento, cerca di ottenere link da siti con un’alta Domain Authority che puntino verso il tuo dominio. Tra le strategie più efficaci a cui puoi puntare per cercare di ottenere backlink sono:
 

  • PR

Se pensi di poter generare un naturale interesse dei mezzi di comunicazione per via dell’unicità dei tuoi contenuti, devi fare di tutto per provare. Pubblica rassegne stampa, fai in modo che la stampa di settore ne sia a conoscenza e cerca di entrare in confidenza con i giornalisti nella nicchia IT.
 

  • Guest Posting

Il guest blogging è un altro modo provato di ottenere l’attenzione dei lettori verso il proprio sito. Il guest blogging prevede che tu scriva un post che sia poi pubblicato da un altro blog con una buona reputazione.  
 

  • Scambio di backlink

Seppure Google lo consideri il modo sbagliato di ottenere traffico, suggeriamo di scambiare link di una certa importanza con altri all’interno della nicchia IT ogni volta che se ne presenta l’occasione.  
 

  • Report, infografiche e dati

Se sei un esperto in un particolare ambito della nicchia IT, o hai alcune informazioni uniche che nessun altro conosce, allora rendicontale o trasformale in una semplice infografica. Google le indicizzerà e altri blogger dello stesso settore tech non potranno che includerle nei propri post.  


3. Pubblica Solo Contenuti di Qualità  

Prima di postare qualcosa chiediti: “Se fossi il lettore, leggerei il mio contenuto? Mi piacerebbe?” Se la risposta è no, allora come potresti accontentare anche altre persone? Se punti a diventare leader nella nicchia tech devi essere unico.

C’è sempre un legame tra il tempo speso per scrivere un post e il traffico che riesce ad attirare. L’algoritmo di Google è estremamente sofisticato ed è in grado di distinguere un buon contenuto da uno di bassa qualità. Per semplificarti il lavoro puoi chiedere a altri scrittori di occuparsi dei tuoi articoli fino a quando non sarai abbastanza a tuo agio con l’argomento e potrai postare roba di qualità. Le migliori piattaforme per trovare bravi ghostwriter sono Upwork, Fiverr e TextBroker.

È sempre utile fare le proprie ricerche e creare delle linee guida, ma niente ti permette di potenziare il tuo blog come un supporto eccellente nella scrittura.

Credi che i blog che si occupano di tecnologia siano utili per incentivare il progresso in questo settore?
1 voto

Le 7 Migliori Pratiche per la Monetizzazione

Una volta che avrai iniziato a ricevere traffico sul tuo blog potrai occuparti di come fare per monetizzare. La cosa più importante che devi fare è testare il più possibile il tuo MVP. La sigla MVP sta per Minimum Viable Product, cioè devi trovare quelle risorse che ti permettono di ottenere i maggiori risultati a partire dalla minima risorsa.  

Andiamo dritto al punto: il tuo tempo come tech-blogger ha il maggiore valore. Perciò assicurati di non perdere tempo su tecniche inutili. Ecco le 7 migliori maniere per monetizzare il tuo tech blog.


1. Monetizza con le Consulenze

Ti sarà già capitato di imbatterti in alcuni siti di consulenti finanziari o blog di legge dall’aspetto scialbo (la parola giusta è “brutti”), eppure sono in grado di generare bei soldini. La ragione dietro questi profitti stellari è che applicano commissioni ai propri clienti su un gran numero di servizi. Secondo Thervo, gli avvocati con un blog possono applicare tariffe superiori a 400$ l’ora. Per loro non è affatto difficile arrivare a guadagnare fino a 10 000 dollari al mese. La buona notizia è che puoi fare lo stesso con il tuo tech blog.

Quando sei ancora agli inizi, stai cercando di creare una reputazione per il tuo tech blog e il traffico è ancora poco, il modo migliore per monetizzare il tuo blog è grazie alle consulenze. Non ti serve un traffico esagerato per iniziare a guadagnare i tuoi primi 1 000€. Specialmente se il tuo sito attrae traffico da una nicchia specifica di lettori in un settore ad alto valore (stiamo parlando dell’IT!), ci saranno sempre dei lettori ben disposti a pagare per i tuoi servizi.

Quindi, qual è il modo giusto per offrire consulenza?

Di solito si inizia trasformando il tuo traffico in iscritti alla tua newsletter. Puoi usare uno strumento come Leadpages, per creare un popup con un’offerta irresistibile, un video, una serie di email o un download gratuito. Regala ai tuoi lettori qualcosa di tangibile, davvero di valore, qualcosa che sia subito spendibile e che i tuoi lettori possano subito mettere in pratica.  

A questo fai seguire una serie di email. In questo caso puoi usare un tool come ConvertKit per customizzare il set di email. Progetta l’invio di almeno 5 email nel corso di una settimana o due. Mostra il tuo lato vulnerabile e racconta una storia ai tuoi lettori, così continueranno ad aprire le tue mail perché saranno incuriositi. Una volta che avrai dimostrato loro il tuo valore, permetti ai tuoi lettori di contattarti. Il migliore tool che permette ai tuoi lettori di prenotare una chiamata in pochi click potrebbe essere Calendly o un’alternativa a Calendly come Meetingbird, Acuity Scheduling o HubSpot Meetings.


2. Monetizza il tuo Blog con le Affiliazioni

L’affiliate marketing ha già dato prova di essere il modo più efficace per fare soldi con un blog. Funziona particolarmente bene con i tech blog perché le persone acquistano gli oggetti di cui hanno letto le recensioni. Puoi guadagnare con facilità da alcune centinaia fino a migliaia di euro l’anno. Tra i migliori esempi, in quest’ambito c’è il maestro dell’affiliate marketing che si fa chiamare NerdWallet, si tratta di una compagnia che vende lead alle compagnie di carte di credito e ha generato profitti per oltre 100 milioni di dollari.

Ryan Robinson è in grado di generare profitti per migliaia di dollari grazie all’affiliate marketing con il suo blog.

Immagina di aver deciso di monetizzare il tuo blog con l’affiliate marketing. In questo caso hai bisogno di promuovere dei servizi specifici offerti da una compagnia in cambio di una percentuale sulle vendite. Per esempio, se hai comprato un biglietto aereo su Kayak.com o Expedia, hai effettuato una transazione attraverso un affiliate marketer. Infatti le due compagnie non gestiscono il tuo volo, ma semplicemente vendono i biglietti di alcuni voli e guadagnano una percentuale su ogni vendita.  

L’affiliate marketing funziona bene per i tech blogger dato che possono ottenere una commissione su ogni acquisto fatto dai propri lettori attraverso il link unico che trovano sul tuo blog. Ecco perché in giro ci sono così tante classifiche con le recensioni di laptop.

Inoltre, l’universo dell’affiliate marketing è generoso e ospita migliaia di compagnie, la conversione standard si aggira intorno all’1/3%, hai bisogno di un gran numero di follower. and you need a lot of followers. Ti conviene registrarti su siti come Commission Junction o Amazon Associates.


3. Monetizza il tuo Blog Vendendo Corsi Online

Vendere corsi online è un altro modo ben noto di fare soldi con un tech blog, visto che sono in tanti a non essere a proprio agio con la tecnologia. Assicurati che il tuo blog sia abbastanza specifico in modo da non rischiare che il tuo pubblico ottenga le stesse informazioni semplicemente facendo una ricerca su Google. Quindi se ne sai abbastanza su un argomento da attirare l’attenzione di un pubblico pagante, allora puoi usare strumenti come Udemy o Teachable, per creare e vendere dei corsi.

Rispondi a tutte le necessità del tuo pubblico perché la gente è disposta a pagare per ottenere informazioni utili online. C’è uno svantaggio però: i corsi non si vendono a più di 100€/500€, e non sarà facile guadagnare 10 000€ al mese a meno che tu non possa contare su un pubblico molto ampio. Ma grazie a una base utenti ampia, Bryan Harris fattura fino a 511 466$ vendendo corsi online.

Se vuoi farlo, chiedi al tuo pubblico cosa vorrebbero imparare e se trovi qualcosa di interessante, crea un modello MVP del tuo corso. Disc Insights ha scoperto che i servizi di coaching possono produrre ricavi per 2 miliardi di dollari l’anno. Per esempio, TheBlogMaven.com genera 397$ con un’unica sezione intensiva di blog one-to-one.


4. Monetizza con gli Ebook

Sai di poter scrivere di argomenti di cui sei appassionato e che conosci bene. Puoi renderli graficamente accattivanti creando infografiche con tool come Piktochart?

Però, per vendere un ebook devi raccogliere con accuratezza i dati. Le persone non sono disposte a pagare per un libro virtuale se non sono sicure di poter imparare qualcosa di davvero interessante. Usa titoli accattivanti come: “Scopri come fare 100 000€ l’anno scrivendo di tecnologia”. In genere si preferisce la specificità. Ma anche in questo caso, non potrai fissare prezzi troppo alti per il tuo ebook, perciò dovrai contare su molto traffico.  


5. Monetizza il tuo Blog con Google Ads

Google Adsense è un elemento centrale in gran parte delle strategie per monetizzare. Grandi siti come Huffington Post, Laptop Mag, Tech Radar, BuzzFeed, Wired, Business Insider usano gli annunci per generare parte dei profitti. Puoi guadagnare bene facendo comparire degli annunci sul tuo blog, ma hai bisogno di attirare un buon traffico perché Adsense paghi. Usando Adsense vendi i tuoi spazi pubblicitari agli inserzionisti.  

Devi sapere che non avrai molta voce in capitolo sul tipo di annunci che compariranno sulle tue pagine del blog. Di solito sono collegate alla cronologia di navigazione degli utenti. Però considera che mostrare annunci sul tuo sito può sembrare il modo più semplice per ottenere dei guadagni, ma solo se i tuoi visitatori sono più di 5 000 al giorno.  

Ecco uno screenshot dei profitti di Jon con Adsense in 30 giorni.


6. Monetizza il tuo Blog con le Sponsorizzazioni

Con le sponsorizzazioni, i blogger applicano alle compagnie diverse tariffe, per esempio:

  • Scrivendo le recensioni di un laptop o un gadget per il tuo pubblico (prodotto o servizio sponsorizzato)
  • Con un banner dedicato a una compagnia come Lenovo (annuncio con banner)
  • L’inserzionista scrive un post da pubblicare sul tuo blog (guest blog post)

Proprio come per l’affiliate marketing, devi costruire una collaborazione con il tuo inserzionista. Per provare il tuo valore, devi essere autorevole, avere una buona reputazione e un buon numero di visitatori. Se sei ben messo in questo senso puoi contattare i tuoi potenziali partner.

Ecco com’è un post sponsorizzato:


7. Monetizza il tuo Talento Scrivendo per Altre Piattaforme

Puoi usare la tua esperienza come content creator scrivendo per altre piattaforme. Anche se non si tratta di monetizzare direttamente il tuo blog, ti aiuta a costruire credibilità mentre applichi le tue tariffe per il guest posting. Di fatto, secondo DDIY, gli articolisti freelance rappresentano circa il 35% di tutta la forza lavoro e puoi puntare a una tariffa oraria di circa 28€.

Perciò, se stai scrivendo di tecnologia per essere assunto a tua volta all’interno di uno staff di writer specializzati in ambito tech, fai alcune cose:

  • Crea un sito oltre al tuo blog per promuovere te stesso.
  • Posta solo contenuti di qualità per essere notato all’interno della nicchia tech.
  • Visita blog popolari e lascia commenti ai post. Ma fai di tutto perché sembri naturale.
  • Controlla le posizioni lavorative online aperte in quelle compagnie che cercano writer per il proprio blog. La paga può essere oraria o per post pubblicato.
  • Cerca la sessione “hire me” sui siti di IT più interessanti. Puoi anche contattarli per farti scrivere un post.

Inoltre, aggiungi lo stesso tipo di pulsante “hire me” al tuo blog così tutti sapranno che sei disposto a scrivere anche per altri.

Carol Tice normalmente fattura 5 000$ o di più come blogger per altri siti. Un altro esempio è Linda Formichelli, che fattura 250$ l’ora. Elna Cain produce le sue entrate soltanto scrivendo per altri blog.

Questi sono 7 tra i migliori metodi testati per monetizzare un tech blog.


Quanto si può Guadagnare con un Tech Blog?

Anche se c’è gente in grado di fatturare oltre 10 000$ al mese, il viaggio per il successo con un tech blog è piuttosto lungo, specie se sei agli inizi. Ad ogni modo, se fai bene le cose e segui tutti i passati potrai guadagnare presto tra 5 000€ e 10 000€ ogni mese.


Tech Blog più Noti

Adesso che conosciamo i modi migliori per fare soldi con un tech blog, vediamo alcuni esempi di persone in grado di fatturare fortune monetizzando i propri servizi e i blog.


Navid Moazzez — Virtual Summit

Navid Moazzez monetizza il suo blog ospitando incontri virtuali. I summit virtuali o conferenze sono una tattica di marketing molto sottostimata che invece i blogger possono usare. Sono adatti a creare coinvolgimento e credibilità. Uno degli esempi più interessanti di come si può monetizzare con le tavole rotonde virtuali è Mr. Moazzez.

Ospitando conferenze virtuali Moazzez è riuscito a realizzare 200 vendite che hanno fruttato 20 000$. La sua storia è stata trattata da Business Insider e questo ha permesso di raggiungere altri 3 000 nuovi iscritti alla sua mailing list. Non è tutto, è stato in grado di stringere interessanti collaborazioni, trasformare i propri fan in clienti fidelizzati e generare profitti anche mentre dorme.  


Mark e Gael — Funnel ad Alta Conversione

Mark Webster e Gael Breton (gli autori di Authority Hacker) hanno avviato il loro percorso come aspiranti blogger che desideravano condividere la propria esperienza con il proprio pubblico per poi affermarsi come voci autorevoli nella loro nicchia ad alto rendimento. Infine, hanno iniziato a usare il funnel delle relazioni per iniziare a guadagnare.  

Dopo aver realizzato il loro primo prodotto hanno deciso di regalarlo per poter attirare nuovi contatti. Alla fine sono riusciti a ottenere oltre 300 email e curare questi contatti. Quindi si sono rivolti al proprio pubblico direttamente proponendo il proprio prodotto di alta qualità e guadagnando 2 684$ in soli 30 giorni.


Arman Assadi — Libri Kindle  

Le pubblicazioni Kindle sono un altro modo che i blogger usano per monetizzare il proprio blog. I libri Kindle di solito sono venduti da Amazon, ma puoi usare la tua piattaforma per mettere in prevendita i tuoi titoli e puoi reindirizzare i potenziali clienti alla piattaforma Kindle.

Un esempio interessante di blogger che ha usato i libri Kindle per fare soldi è Arman Assadi. Di Assadi si sono occupati anche The Huffington Post, Business Insider e Forbes. Il suo primo eBook gli è costato circa 375$, 350$ perché fosse scritto e altri 25$ per la copertina. In cambio, il libro ha fruttato 2 500$ ogni mese con le vendite su Kindle, e non l’ha nemmeno scritto lui.  


Todd R. Tresidder — Servizi di Coaching  

L’offerta di servizi di coaching o di corsi su misura è un buon modo per monetizzare, specie perché non hai bisogno di avere una base di clienti enorme, anni d’esperienza o una domain authority molto alta. Puoi facilmente guadagnare soldi offrendo servizi di coaching per motivare clienti.

Todd R. Tresidder è un eccellente esempio in questo caso. Ha fondato Financial Mentor. Fa i soldi aiutando le persone a fare più soldi. Con l’aiuto delle sue capacità di coaching finanziario, Tresidder ha aiutato Gary Craig, un ex amministratore di hedge fund, a far levitare i suoi profitti da 5 000$ a 50 000$ ogni mese.  


Conclusioni

Questo è tutto quello che devi sapere per monetizzare il tuo tech blog e iniziare a guadagnare. Seguendo i migliori consigli per la monetizzazione proposti nella nostra guida sarai in grado di costruire il tuo brand, far crescere il tuo pubblico e incassare i profitti che ti frutterà il tuo magnifico blog.

Ricordati solo di concentrarti al massimo sulla qualità dei tuoi contenuti, fa’ che siano ricchi di risorse utili e di contenuti rilevanti, scopri cosa interessa al tuo pubblico e alla tua nicchia, da qui in poi fioccheranno i soldi.  

Come ti sembra questo articolo?