28 dicembre 2023 0 34

Come Usare gli Annunci di Pinterest per Trovare Prodotti Redditizi per il Dropshipping e Guadagnare 14 000 £ in 14 Giorni

Quando si tratta di gestire un’attività di dropshipping, la cosa più importante è avere una fonte efficace che permetta di ottenere traffico in modo costante. Non importa quanto sia buono il prodotto, se non c’è un modo per raggiungere le persone e far loro conoscere l’articolo in modo che lo acquistino, perderete solo tempo. I dropshipper sono abituati a utilizzare diverse fonti di traffico, ma pochi sfruttano o hanno anche solo sentito parlare degli annunci di Pinterest. Per questo motivo, l’utilizzo di queste pubblicità come fonte di traffico potrebbe rivelarsi davvero efficace, dal momento che non sono molto usate come le altre tipologie di inserzioni a pagamento.

In questo post analizzeremo come Thomas sia riuscito a guadagnare 14 000 £ in due settimane utilizzando solo gli annunci di Pinterest. Vedremo anche come si è procurato il prodotto, come ha impostato la campagna pubblicitaria e, alla fine, forniremo un resoconto delle sue entrate e del margine di profitto ottenuto.

Thomas Mulder è un esperto di e-commerce che ha ottenuto guadagni multimilionari, possiede numerose aziende e ha anche creato molti negozi e-commerce di successo. Inoltre, offre diversi corsi in cui insegna alle persone come diventare dropshipper di successo.

Come trovare un prodotto vincente usando Pinterest

Il metodo da utilizzare è molto semplice. Dovrete trovare prodotti o negozi che hanno già successo su Pinterest e poi far loro concorrenza o semplicemente vendere un dato articolo in un nuovo mercato. Questa è la strategia che Thomas ha utilizzato per il suo negozio e che finora ha avuto successo.

A livello pratico, è sufficiente che accediate al vostro account Pinterest e che scorriate il vostro feed per interagire con gli annunci.

Se volete interagire con un annuncio su Pinterest, cliccate sull’annuncio stesso, in modo da accedere alla pagina di destinazione del prodotto pubblicizzato. Aggiungete il prodotto al carrello, quindi procedete al checkout, ma senza completare l’acquisto. Questo è un ottimo modo per ingannare l’algoritmo della piattaforma e fargli credere che volete di fatto acquistare l’articolo.

Pinterest registrerà quindi tutte le vostre attività, presupponendo che siate interessati all’acquisto di questo prodotto o che siate un potenziale cliente. Di conseguenza, mostrerà numerosi annunci nel vostro feed. Inoltre, potete attivare l’evento checkout per i nuovi annunci aggiunti al nostro feed, e più lo fate, più Pinterest vi mostrerà annunci correlati e pertinenti, perché l’algoritmo ritiene che siate dei clienti attivi. Quindi, una volta entrati nel vostro feed, noterete che vedrete sempre più annunci.

Ecco cos’ha detto Thomas in merito:

“Per interagire con l’annuncio, dobbiamo cliccarlo in modo da andare sul suo sito web, aggiungere il prodotto al carrello e procedere al checkout. In pratica, è questo che dobbiamo fare affinché Pinterest registri tutti questi eventi. In questo modo pensa che siamo interessati all’acquisto di questo prodotto o che siamo in generale un potenziale cliente.”

Quando il vostro feed sarà pieno di annunci, il passo successivo consisterà nello scegliere un prodotto promosso da uno di questi annunci. Inoltre, evitate di cliccare ripetutamente sulla stessa pubblicità, perché dovete vederne diverse, in modo da poterne confrontare molte e capire quali stanno andando bene.

Il passo successivo consiste nell’individuare un annuncio che pubblicizzi un prodotto di alta qualità, dal momento che dovete trovarne uno molto buono da promuovere. Immaginiamo che abbiate cliccato su una delle pubblicità; per capire se è valida, esaminerete il prodotto.

Usare la Ricerca di Parole Chiave per Trovare Offerte di Marketing di Affiliazione Interessanti

Ad esempio, se il prodotto è il gioiello mostrato nell’immagine precedente e il suo annuncio reindirizza i potenziali clienti alla pagina di una collezione, come si può vedere, dobbiamo comunque effettuare un’analisi accurata. Per analizzare il prodotto possiamo utilizzare un’estensione di Chrome chiamata Commerce Inspector.

Commerce Inspector è un’estensione di Google Chrome che visualizza i parametri di base del negozio e-commerce. Utilizzando questo strumento per analizzare il nostro esempio, possiamo vedere che i clienti sono numerosi, il che indica che lo store online sta andando bene. Nel mese di agosto del 2021, il negozio ha totalizzato due milioni di visitatori.

Possiamo anche usare Commerce Inspector per individuare gli articoli più venduti. Con questo metodo, possiamo vedere quali sono i prodotti che hanno venduto di più da quando il negozio è stato aperto.

Se volete vedere gli articoli più venduti di recente, dovrete controllare i dati del mese precedente, ma questa opzione non sempre funziona.

Sono disponibili anche altri strumenti, come l’app Koala, ma è necessario acquistarli. Commerce Inspector è gratuito, tuttavia, se volete informazioni più dettagliate, dovrete passare alla versione a pagamento.

Il passo successivo è andare su similarweb.com, uno strumento per l’analisi del traffico. Dobbiamo sapere da dove proviene il traffico per capire cosa fare. Nel caso di questo negozio, gran parte del traffico proviene da Google e da Pinterest, il che indica che l’azienda sta ottenendo buoni risultati su questa piattaforma.

Ora che sappiamo che Pinterest è una buona fonte di traffico, possiamo provare anche noi a vendere questi prodotti. Se si tratta di prodotti di marca, e in effetti in questo caso lo sono, dobbiamo vedere se è possibile trovare prodotti simili da promuovere. Bisogna verificare se il prodotto funziona bene su Pinterest e poi provare a venderlo in un nuovo mercato o eventualmente anche su quello in cui ha già successo.

Come gestire con successo una campagna di annunci su Pinterest

Prima di tutto, se volete vendere su Pinterest, dovete avere pazienza. Questo è un aspetto evidente nel negozio di Thomas: come si può vedere, dopo l’apertura del 22 dicembre c’è stata una sola vendita nei primi quattro giorni, dal 22 al 25 dicembre, il che non è redditizio.

In molti, soprattutto chi è alle prime armi con Pinterest, si sarebbero fermati qui. Anche gli esperti avrebbero disattivato gli annunci, interrotto la campagna e cambiato prodotto.

Ecco cos’ha detto Thomas:

Guadagnare Più di 11 000 $ in 3 Settimane con il Dropshipping su Shopify Grazie alla Promozione con gli Annunci di TikTok

“Questo è ciò che riscontro in molte persone che non hanno successo su Pinterest: restano nel ciclo di test dei prodotti senza mai ottimizzarli. Quello che facciamo, quando testiamo i prodotti, è ottimizzarli costantemente. Potete vedere che il traffico è poco costoso, quindi otteniamo tantissimi dati a poco prezzo, perciò dobbiamo testare costantemente cose diverse per capire quello che funziona. Continuiamo a cambiare le offerte e le immagini della pagina del prodotto finché non troviamo una formula che funziona.”

Il quinto e il sesto giorno non hanno registrato alcuna vendita, mentre il settimo giorno ne hanno registrata solo una. Quindi erano già in attività da una settimana e avevano realizzato solo due vendite, il che non prometteva nulla di buono. Hanno iniziato ad avere dei profitti solo l’ottavo giorno e poi le cose hanno cominciato a migliorare. 

Thomas ha ottenuto un profitto di 14 000 £ in due settimane dopo aver ottimizzato il suo sistema di annunci su Pinterest. Essere pazienti nell’ottimizzazione degli annunci su questa piattaforma, soprattutto se si ha un nuovo account, ripaga. Thomas non ha testato nessun nuovo prodotto, limitandosi a far funzionare normalmente gli annunci per il prodotto con cui ha iniziato, senza interromperli. Ricordate che lo ha validato dopo aver scoperto che era già stato venduto con successo.

Il negozio Shopify

Nello screenshot qui sopra potete vedere il negozio Shopify di Thomas e più sotto troverete le entrate e il margine di profitto. Tenete presente che Thomas non ha venduto i prodotti a un prezzo elevato, quindi il margine non è stato particolarmente consistente. Un’altra cosa da notare è che ci sono 917 pre-ordini, ma se effettuate un’analisi approfondita, il negozio ha realizzato vendite superiori ai pre-ordini. In teoria, se Thomas avesse venduto solo un prodotto per ogni ordine, avrebbe comunque realizzato un profitto.

Thomas ha ottimizzato ogni fase del funnel e ha venduto molti più prodotti rispetto al numero di ordini che aveva perché ha usato l’upselling, il cross-selling, tariffe scontate e altre strategie di prezzo.

Quando inizia a pubblicizzare un prodotto e a ottimizzarlo, si concentra su come fare in modo che converta, ovvero sull’offerta, sulle immagini utilizzate per la promozione, sul prezzo e su altre metriche correlate.

Non appena il prodotto inizia a vendere, Thomas comincia a ottimizzare il valore medio degli ordini, aggiungendo in diversi punti opzioni con tariffe scontate e l’upselling.

Ecco cos’ha detto Thomas a questo proposito:

“Quando testiamo i prodotti, li ottimizziamo costantemente. Cambiamo l’offerta, cambiamo le immagini della pagina del prodotto e tutto il resto finché non troviamo una formula che funziona.”

Inoltre, Thomas testa dove aggiungere l’opzione per l’upselling o prova ad aggiungerla nel carrello per ogni prodotto. Prova anche ad aggiungerla nelle fasi post-vendita in un formato con un solo clic sulla pagina di ringraziamento, nelle e-mail e nel flusso di SMS. Tutte queste opzioni per l’upselling posizionate in vari punti producono sempre un maggior numero di vendite rispetto ai pre-ordini, perché i clienti finiranno per acquistare molto di più.

Ecco perché per massimizzare i profitti è fondamentale ottimizzare ogni singola fase del funnel.

Le entrate e i ricavi

Thomas ha guadagnato 31 394,9 £. Il costo della pubblicità è stato di 8.342,37 £ e il costo del prodotto di 8.951,4 £. Inoltre, il costo di Shopify per due settimane è stato pari a 80,9 £. Ha quindi ottenuto un profitto di 14 020 £, con un margine di profitto del 44%. Il motivo di questo margine di profitto elevato è dovuto semplicemente ai vari canali che ha implementato per l’upselling.

  • Entrate: 31 394,9 £
  • Costo degli annunci di Pinterest: 8 3342,27 £
  • Costo del prodotto: 8 951,4 £
  • Costo di Shopify per 2 settimane: 80,9 £
  • Ricavi: 14 020 £
  • Margine di profitto: 44%

Conclusioni

Guadagnare 14 600 Dollari al Mese di Reddito Passivo con il Print on Demand: “Lavoro Solo un’Ora al Giorno per la Mia Attività Online.”

L’utilizzo degli annunci di Pinterest per trovare prodotti profittevoli per il dropshipping è un ottimo modo per gestire un negozio di e-commerce redditizio. Come si vede in questo articolo, gli annunci di Pinterest possono essere utilizzati anche per portare traffico al nostro negozio in dropshipping. La pubblicità su questa piattaforma è meno costosa di quella a pagamento su altri social media come TikTok, Instagram e Facebook.

Il problema principale è che bisogna avere pazienza prima che l’algoritmo di Pinterest inizi a mostrare i nostri annunci in modo adeguato e che le vendite facciano registrare numeri sufficienti. In questo case study, Thomas ha cominciato a guadagnare dopo aver usato gli annunci per sette giorni e aver ottimizzato il suo funnel di vendita.

Come ti sembra questo articolo?