28 febbraio 2023 0 164

Come Guadagnare Promuovendo Prodotti in Dropshipping che Hanno Già Saturato il Mercato

La maggior parte dei dropshipper ritiene che il successo delle loro attività dipenda esclusivamente dalla capacità di pubblicizzare il proprio negozio. Ma se è vero che la promozione è essenziale in questo tipo di business, ci sono comunque altre considerazioni di base che andrebbero fatte. Per questo motivo, i dropshipper inesperti spendono molti soldi in annunci senza considerare il pilastro su cui poggiano gli altri elementi, come ad esempio gli annunci. È proprio il prodotto per il quale viene creato il negozio che può essere il pilastro di un’attività di dropshipping, pertanto, i dropshipper esperti sono concordi nello scegliere sempre un prodotto che non ha ancora raggiunto una notevole diffusione. Il motivo è che con un nuovo prodotto è più facile conquistare una fetta del mercato e ciò renderà possibile per l’articolo raggiungere il successo.

Ma se non voleste affrontare lo stress della ricerca di un prodotto, ma optaste invece per uno di quegli articoli vincenti di cui il mercato è saturo? Ricordatevi che il fatto che il prodotto vende bene indica che si tratta di un ottimo articolo in termini di domanda da parte dei consumatori.

In questo articolo analizzeremo come Nick Barner sia riuscito a promuovere uno di questi prodotti ottenendo comunque dei risultati.

Nick Barner è un giovane imprenditore del web specializzato nella crescita organica di account di social media come Twitter, Instagram e anche TikTok, e ha guadagnato con alcuni dei negozi che ha aperto in precedenza. Ha un canale YouTube dove insegna alle persone come fare soldi online con attività come il social media marketing e il dropshipping.

Secondo Nick:

“Ho iniziato a fare dropshipping da qualche mese e direi che non è andata male considerando che sono un principiante, tuttavia, non ho ancora raggiunto i risultati capaci di cambiarmi la vita che molti dei dropshipper più famosi hanno ottenuto. Ho studiato ognuno di questi guru e so che una cosa che dicono tutti è di non reinventare la ruota quando si tratta di questo tipo di business.”

Reinventare la ruota richiede un grande sforzo e si può spendere una fortuna senza avere la certezza che alla fine si raggiungerà il successo. Per andare sul sicuro, analizziamo la sua strategia e traiamone degli insegnamenti. Nick ha deciso di promuovere un prodotto per il quale il mercato è già saturo e vedremo come lo ha scelto, come ha ottenuto il traffico e quale è stato il costo dell’intera campagna.

Trovare un prodotto vincente di cui il mercato è già saturo

Il primo passo è trovare il prodotto che avrà successo e che ha già saturato il mercato. Nel descrivere un prodotto vincente Nick si è espresso così:

“Si tratta semplicemente di un prodotto che ha già dimostrato di poter ottenere molte vendite e che è già presente sul mercato.”

Esistono diversi modi per trovare questo particolare tipo di prodotto, uno dei quali è l’utilizzo di TikTok. Un altro metodo è quello di andare sui marketplace online, come ad esempio Amazon, e guardare sia i prodotti di tendenza che quelli più venduti.

Nick ha scelto un prodotto per lo stretching della schiena che ha assolutamente saturato il mercato, ma che continua a riscuotere un grande successo. Difatti, abbiamo parlato di questo particolare prodotto in uno dei nostri precedenti articoli. Molti dropshipper e persino youtuber hanno rivelato in numerose occasioni le proprie entrate derivanti dalla vendita di questo prodotto, a dimostrazione che si tratta di un articolo valido e di cui il mercato è saturo. Le entrate del famoso youtuber che abbiamo analizzato nel nostro precedente case study relativo a questo prodotto sono riportate qui sotto.


Come procurarvi un prodotto per il vostro negozio e-commerce

Esistono vari modi per reperire i prodotti, a seconda delle vostre preferenze e dei vostri obiettivi. Se volete trovare prodotti vincenti sui siti di e-commerce, ci sono molti marketplace che potete consultare, come AliExpress, 1668 e persino Amazon.

Consultando AliExpress, vediamo che questo prodotto viene venduto a 10,79 dollari, spedizione inclusa, e dando una rapida occhiata ai prezzi della concorrenza possiamo notare che lo vendono a 45 dollari, che è esattamente il prezzo a cui Nick ha deciso di vendere il suo stretcher per la schiena. Questo prezzo gli permette di realizzare un profitto di circa 34 dollari per ogni articolo venduto.


Creare il vostro negozio e-commerce

Il passo successivo alla scelta del prodotto è la creazione dello store. Ci sono diversi strumenti che si possono utilizzare, ma Nick ha costruito il suo negozio utilizzando Shopify. Tenete presente che dovrete sostenere alcune spese per creare un ottimo negozio e una di queste è quella relativa all’acquisto di un nome di dominio, che Nick ha pagato 14 dollari.

L’immagine qui sopra è uno screenshot che mostra come appare il negozio. Il layout è semplice e si nota un pop up per un programma di iscrizione via e-mail che appare sempre, offrendo ai clienti uno sconto di 10 dollari sui loro acquisti. Questo accorgimento permetterà di ottenere conversioni da molti più visitatori del sito, perché tante persone amano ottenere sconti quando fanno acquisti online. Se è vero che questo sconto riduce il profitto di ogni vendita di 10 dollari, Nick compensa questa perdita facendo pagare agli acquirenti 5 dollari per la spedizione dei prodotti. Di conseguenza, il suo profitto ammonta a 29 dollari per ogni vendita.

L’obiettivo principale di questo metodo è acquisire le e-mail dei visitatori del sito, che costituiranno un database molto utile. Si tratta infatti di un bene prezioso per le aziende che operano online, perché consente di inviare facilmente offerte a tutti gli indirizzi di posta elettronica presenti nel database, anche in futuro.

Come promuovere il vostro negozio in dropshipping con le inserzioni di Facebook

Uno dei modi con cui Nick ha promosso il suo store in dropshipping è tramite gli annunci di Facebook, ed è importante notare ciò che ha detto riguardo alla sua esperienza:

“Sarò sincero, non ho molta esperienza con la pubblicità su Facebook, ma mi dedico di più agli annunci che le persone effettivamente vedranno, anziché smanettare con tutte le impostazioni delle inserzioni di questa piattaforma.”

Ha creato la pagina Facebook, la pagina pixel, il pubblico target e gli annunci video che il pubblico effettivamente vedrà. Nick è andato semplicemente su Amazon, ha digitato il nome del prodotto e ha salvato le recensioni video che le persone avevano lasciato per lo stretcher. I video sono stati editati e combinati tra loro, poi è stato aggiunto del testo che evidenziava i vantaggi del prodotto e alcuni altri modi in cui può rivelarsi utile.

Sono stati usati in totale sei annunci, con un budget giornaliero di 10 dollari per ogni annuncio, per un totale di 60 dollari al giorno. Tenete presente che potrebbe essere necessario attendere qualche ora per l’approvazione degli annunci prima che diventino attivi.


Campagne di inserzioni Facebook

Il primo giorno in cui sono stati attivati gli annunci, sono stati spesi in totale 26,60 dollari ottenendo 1 065 impressioni che hanno portato a 30 clic sul link. Tuttavia, non ci sono state vendite.

Dopo il primo giorno, è stato apportato un miglioramento al negozio, ottimizzando la visualizzazione del sito web per i dispositivi mobili. Ciò è stato fatto con il proposito di correggere eventuali errori nella formattazione che erano stati trascurati durante la configurazione del sito. Il secondo giorno, alcuni video hanno ottenuto risultati migliori di altri, quindi Nick ha deciso di modificare il resto delle inserzioni usando il video con la performance migliore, nella speranza di ottenere maggiore attenzione. Inoltre, ha modificato il pubblico impostato per i vecchi annunci video rivolgendosi ad alcuni nuovi gruppi che potrebbero essere interessati al prodotto, come gli utenti appassionati di videogiochi, golf e alimenti salutari.

Naturalmente, l’introduzione di queste modifiche significa che Facebook dovrà verificare di nuovo metà delle inserzioni. Fortunatamente, tali cambiamenti sono stati approvati rapidamente e, alla fine del secondo giorno, i dati statistici erano i seguenti: sono stati spesi in totale 53,57 dollari per le inserzioni che hanno generato 2 271 impressioni e 76 clic sui link. Quattro persone hanno aggiunto i prodotti al carrello (grazie a questi 76 clic sul link) e due hanno completato il processo di checkout, facendo ottenere a Nick le sue primissime vendite. È stata la prima dimostrazione che questa strategia poteva rivelarsi redditizia.

Sfortunatamente, il secondo giorno Nick ha anche ricevuto da Facebook la comunicazione che le sue inserzioni erano state disattivate. Ha quindi richiesto una verifica da parte di Facebook e, fortunatamente, le restrizioni sono state revocate, permettendogli di continuare a portare avanti la campagna. Inoltre, alla fine del terzo giorno, che secondo Nick è stato un giorno particolarmente difficile, il costo delle inserzioni ha raggiunto i 41,30 dollari e le impressioni ottenute sono state 1 619, con 53 clic sul link. Di questi 53 clic, una persona ha proseguito fino alla pagina “Aggiungi al carrello”.

Alla fine del quarto giorno sono stati spesi in totale 68,47 dollari per gli annunci, registrando 2 043 impressioni che hanno generato 51 clic sul link. Grazie a questi 51 clic, sono stati aggiunti al carrello quattro articoli, sono state completate tre procedure di checkout e due sessioni hanno convertito, generando un totale di 173,60 dollari di vendite.

Infine, il quinto giorno, sono stati spesi in totale 59,17 dollari per gli annunci, che hanno ottenuto 1 517 impressioni e un CPM di 39, generando 45 clic sul link. Grazie a questi clic due utenti hanno aggiunto il prodotto al carrello, tre hanno raggiunto il checkout e una sessione ha convertito per un totale di 50,90 dollari.


Riepilogo dei ricavi e delle entrate

Giorno 1

  • Entrate: 0 $
  • Costo del nuovo dominio: 14 $
  • Costo degli annunci: 26,60 $
  • Ricavo: meno 40,60 $ (perdita)

Giorno 2

  • Entrate: 50,90 $
  • Costo degli annunci: 57,53 $
  • Altri costi di implementazione: 13,77 $
  • Ricavo: meno 20,40 $ (perdita)

Giorno 3

  • Entrate: 0 $
  • Costo degli annunci: 41,30 $
  • Ricavo: meno 41,30 $ (perdita)

Giorno 4

  • Entrate: 173,65 $
  • Costo degli annunci: 68,47 $
  • Altri costi di implementazione: 52,58 $
  • Ricavo: 52,60 $ (profitto)

Giorno 5

  • Entrate: 50,90 $
  • Costo degli annunci: 59,17 $
  • Altri costi di implementazione: 13,77 $
  • Ricavo: meno 22,26 $ (perdita)
  • Entrate totali: 275,45 $
  • Costo del dominio: 14 $
  • Costo totale degli annunci: 253,07 $
  • Costi totali di implementazione: 80,12 $
  • Spese totali: 347,19 $
  • Ricavo: meno 71,74 $ (perdita)

Questa analisi si riferisce solo a 5 giorni e il progetto sta iniziando a generare dei profitti. Sebbene sia stata spesa una discreta cifra per gli annunci, con questo prodotto sono stati ottenuti 275 dollari di vendite. Secondo Nick, se riuscite a portare pazienza, dovreste essere in grado di raggiungere il pareggio a partire dal 14° giorno.

Conclusioni

In questo articolo siamo stati in grado di dimostrare che vendere un prodotto vincente di cui il mercato è già saturo con il dropshipping non è del tutto una cattiva idea. Dovreste innanzitutto procurarvi i prodotti da marketplace come AliExpress, Alibaba e 1688, e poi creare il vostro negozio su Shopify. Il passo successivo è lanciare una campagna pubblicitaria su Facebook per aumentare le vendite. Potreste anche dare un’occhiata agli annunci sui social media per avere un’idea di quali prodotti vendono bene e possono essere promossi.

Tuttavia, va tenuto presente che le restrizioni di Facebook in materia di inserzioni sono sempre più rigide. Diventano di giorno in giorno più severe, ma se riuscite a trovare un modo per aggirarle, non ci sono limiti ai risultati che potrete ottenere.

Ad ogni modo, quella che vi abbiamo presentato è solo una prova fatta nell’arco di cinque giorni per capire se i prodotti in dropshipping che hanno già saturato il mercato possono comunque farci guadagnare online, e la risposta è sì. Nick ha guadagnato 275,40 dollari in cinque giorni, il che indica che ci sono ancora acquirenti per il prodotto da lui scelto e che se ottimizza gli annunci su Facebook, inizierà ad ottenere dei ricavi.

Come ti sembra questo articolo?