11 maggio 2023 0 350

Come Guadagnare Più di 70 700 $ all’Anno Vendendo Prodotti Digitali Online

In questo articolo vi presentiamo una delle forme attualmente più semplici per generare entrate passive con un’attività online. La vendita di prodotti digitali è molto conveniente e veloce rispetto a quella di prodotti fisici.

Vi illustreremo il metodo che Oliur ha utilizzato lo scorso anno per ottenere circa 71 000 $ di entrate vendendo solo prodotti digitali online. Se utilizzate questa strategia e seguite tutti i consigli che vi forniamo, riuscirete a guadagnare più di 5 800 $ al mese. Oliur è un designer e creatore del Regno Unito. Ha iniziato come visual designer, ma ora si occupa di tutto, dalla produzione di media alla gestione di store e-commerce. Gli piace anche investire e fornire consulenze sul design alle startup.

Evidenza delle entrate di Oliur nel 2021 - 2022

  • I prodotti digitali sono più facili da realizzare

Secondo Oliur:

“La vendita di prodotti digitali invece che fisici presenta molti vantaggi, tra cui la rapidità e la facilità di realizzazione. È possibile crearli utilizzando le competenze che già si possiedono o impararne di nuove per produrli facilmente. Potete creare un’idea e trasformarla in un nuovo business che offre modelli per tale idea, guide e altre risorse correlate.”

Inoltre ha aggiunto:

“Un ottimo esempio è rappresentato da un certo Easlo, che vedo comparire regolarmente su Twitter. Questa persona mostra semplicemente come essere più produttivi grazie alla sua idea e come ottenere di più dall’idea stessa. Offre consigli, trucchi e altre risorse. E nel giugno 2020 (2 anni fa), ha dichiarato di aver realizzato un fatturato mensile di oltre 30 000 dollari, il che è davvero incredibile.”

  • I costi per la realizzazione dei prodotti digitali sono decisamente inferiori

Di solito per realizzarli è sufficiente utilizzare il proprio tempo e non è necessario investire nell’acquisto di campioni, attrezzature e macchinari che potrebbero invece essere necessari per la fabbricazione di prodotti fisici. Per riuscire a creare correttamente i prodotti fisici, dovete spendere molti soldi per i prototipi, cosa che comporta anche molto lavoro. Inoltre, dovete investire nei processi di produzione e nei materiali che verranno utilizzati per la fabbricazione.

  • Il limite per l’accesso è veramente basso e si dimostra molto più fattibile

La vendita di prodotti digitali può essere una soluzione valida per la maggior parte delle persone, in particolare per quelle che dispongono di un capitale iniziale limitato. Se volete guadagnare con il dropshipping, ad esempio, dovrete acquistare dei campioni dei prodotti prima di iniziare a promuoverli. Prima di poter generare delle entrate, quindi, dovrete investire del denaro nell’acquisto di prodotti fisici.

  • La consegna è immediata

A differenza dei prodotti fisici, quando una persona acquista un prodotto digitale, questo viene consegnato immediatamente sotto forma di link per il download o di e-mail, consentendo all’acquirente di ottenere un beneficio immediato. Non c’è bisogno di aspettare qualche giorno o qualche settimana per ricevere il prodotto.

  • Nessuna spedizione

Poiché il venditore non ha nulla da spedire all’acquirente, nessuno dei due deve accollarsi le spese di spedizione. I prodotti vengono consegnati direttamente tramite internet. Quando alla merce venduta bisogna aggiungere il costo della spedizione, i potenziali clienti potrebbero essere disincentivati dall’effettuare l’acquisto.

  • Non c’è limite alla quantità di prodotti che potete vendere.

Le catene di fornitura dei prodotti fisici generalmente presentano problemi che non si limitano alla corretta gestione delle scorte e agli articoli con difetti. Queste problematiche possono impedire ai prodotti fisici di generare grandi guadagni, ma non si riscontrano nei prodotti digitali. Con questi ultimi è possibile scalare facilmente senza dover far fronte a tutte le difficoltà associate ai prodotti fisici tradizionali.

  • Meno manutenzione

Dedicando una quantità minima o nulla di tempo alla manutenzione, potete concentrarvi sulle vendite senza preoccuparvi di indispettire i clienti per colpa di una manutenzione carente. Se vendete temi WordPress o qualsiasi altro software per il design, potreste aver bisogno di creare una sala riunioni virtuale per il servizio clienti dove interagire con gli acquirenti, tuttavia la manutenzione dei prodotti digitali non è rigorosa come quella necessaria per la vendita di prodotti fisici.

  • Maggiori profitti

Sebbene vi siano alcune eccezioni, il profitto derivante dalla commercializzazione di prodotti digitali è solitamente maggiore di quello generato dalla vendita di prodotti fisici. Il costo per produrre beni digitali è inferiore a quello relativo ai beni fisici perché non ci sono costi correlati, come l’acquisto di macchinari di grandi dimensioni, livelli di manutenzione elevati, la manutenzione del magazzino, le spedizioni ecc.

Una piattaforma per la vendita dei prodotti digitali

Esistono molte piattaforme digitali online, ma Oliur ha scelto di utilizzare quelle elencate di seguito:

Gumroad

Gumroad è una piattaforma e-commerce potente ma semplice, che offre un’ampia selezione di strumenti tra cui scegliere. Potete vendere i servizi digitali che preferite (libri, iscrizioni, corsi e altro ancora) direttamente al vostro pubblico. Avete anche la possibilità di creare facilmente il vostro negozio sulla piattaforma o incorporarlo agevolmente nel sito che già avete. Se non disponete di un sito web o di uno store online, potete usare il loro versatile editor di pagine per creare una vetrina, personalizzarne i colori e molto altro ancora.

Sellfy

Sellfy è un e-commerce facile da usare dove i creatori possono vendere merce o prodotti digitali. È possibile proporre qualsiasi cosa, ed è per questo che viene definita una piattaforma “all-from-one-place”. Potete vendere prodotti digitali come e-book, video, audio e musica, o qualsiasi altro file come PSD, AI e molto altro. Inoltre, è possibile vendere prodotti fisici e articoli tangibili dalla propria vetrina Sellfy.

Oliur afferma che ultimamente preferisce utilizzare Sellfy per via dei seguenti servizi aggiuntivi:

  • Video in streaming: potete offrire i vostri video on demand, ridurre il rischio di pirateria ed eliminare i problemi di download con i video in streaming.
  • Print on demand: potete vendere magliette, felpe, tazze e cappellini utilizzando il servizio di print on demand integrato nella piattaforma. Il sistema stampa automaticamente i prodotti indicati negli ordini ricevuti e una volta pronti li invia ai vostri clienti.
  • Abbonamenti: potete creare prodotti digitali in abbonamento e addebitare i costi ai clienti su base settimanale, mensile o annuale.

Inoltre, Oliur sembra apprezzare le funzioni di marketing integrate in Sellfy, che consentono di vendere meglio, battere la concorrenza che gli utenti potrebbero dover fronteggiare e far crescere le attività facilmente. Tra queste funzioni sono compresi:

  • Codici sconto: potete utilizzare i codici sconto per coinvolgere i clienti e aumentare le vendite.
  • E-mail marketing: potete inviare aggiornamenti sui prodotti ai clienti esistenti e acquisire iscritti alla newsletter del vostro negozio.
  • Upselling: gli utenti possono utilizzare con i propri clienti potenti strumenti per l’upselling durante il checkout e aumentare il valore medio degli ordini.
  • Pixel di tracciamento: un’ottima funzione è la possibilità di aggiungere pixel degli annunci di Facebook e Twitter per creare inserzioni per il vostro negozio e monitorarne le prestazioni.
  • Inoltre, potete vendere dal vostro sito web, dai social media o da qualsiasi altro canale.


Vendere i prodotti digitali sulle piattaforme social

Secondo Oliur,

“Molte persone pensano che il passaparola sia sufficiente e, in tutta onestà, questa è pura fantascienza. A meno che non proponiate qualcosa di assolutamente straordinario o innovativo, il passaparola non funzionerà. Penso che il social media marketing sia di gran lunga la strategia più economica e più facile, perché è quella che ho utilizzato io stesso. Il limite per l’accesso è molto basso ed estremamente economico. Ecco perché la maggior parte delle persone dovrebbe prendere in considerazione il social media marketing quando inizia a vendere i propri prodotti.”


Menzioni rapide sui social media

Oliur non si impegna tantissimo nel social media marketing, si limita a fare una sorta di menzione rapida sui video di YouTube, Instagram, Twitter o TikTok. Ha utilizzato questo metodo per promuovere uno sfondo, un notebook e altri prodotti fisici e digitali. Ne mostriamo un esempio nell’immagine qui sotto:

Un’altra opzione è quella di caricare delle foto. Di solito Oliur carica le foto delle vacanze più recenti, che modifica con i suoi preset. Molte persone gli hanno fatto domande sulla qualità delle sue foto, quindi ha colto l’occasione per promuovere i suoi preset e i link di affiliazione. Di seguito riportiamo un esempio di immagine scattata durante una delle sue vacanze.

Ha menzionato la fotocamera del suo iPhone 13 Pro nell’immagine qui sopra e ha incluso il suo link di affiliazione nel post.

Oliur non promuove i propri prodotti in modo eccessivo né organizza grandi lanci e preferisce invece uno stile più organico e naturale. È una strategia eccellente se funziona per lui, che l’anno scorso ha guadagnato più di 70 000 $. In ogni caso, dovreste impegnarvi di più nel pubblicare contenuti di alta qualità sui social media.

Cosa fare se non si ha un pubblico?

La risposta più semplice è che bisogna creare un pubblico. Secondo Oliur:

“Il social media marketing è il modo più semplice ed economico per riuscirci. A meno che non abbiate già a disposizione migliaia di dollari da spendere in pubblicità utilizzando gli annunci di Facebook e Google o l’influencer marketing.”


La formula per costruire un pubblico

Questa è la formula generale per costruire un pubblico che ha funzionato per Oliur e che darà dei risultati alla maggior parte delle persone. 

  1. Fornire valore gratuitamente. Cercate sempre di proporre qualcosa che aiuti le persone, che le istruisca o che semplicemente renda loro la vita in qualche modo più facile.
  2. Fornire questo valore con continuità. Condividere regolarmente questo valore sulle piattaforme social come TikTok, Facebook, Instagram, Pinterest e altre è uno dei modi migliori per riuscirci. Di conseguenza, è fondamentale costruire organicamente il vostro pubblico e se offrite costantemente qualità e valore, le persone saranno naturalmente attratte da ciò che avete da proporre e aspetteranno con ansia i vostri contenuti.
  3. Fornire un prodotto premium di valore eccezionale. Per vendere un prodotto premium, dovete utilizzare il pubblico che avete costruito. Il prodotto finale sarà una raccolta di tutto ciò che avete proposto in precedenza. Tenete presente che non tutti lo compreranno, ma quello che volete è che una piccola percentuale del pubblico lo acquisti. Queste poche persone sono i vostri follower più preziosi e dovreste cercare di fidelizzarli facendo in modo che si sentano soddisfatti. Si tratta di un’attività a ciclo continuo: dovete continuare a offrire valore di qualità e a lanciare prodotti premium a intervalli regolari (ma dovreste regolarvi e non lanciarne troppi).
  4. Siate pazienti e coerenti. Non aspettatevi che questo metodo funzioni e che vi fornisca entrate costanti da un giorno all’altro; invece, impegnatevi di più all’inizio per avere follower fedeli e leali. Ciò richiede duro lavoro e pazienza.


​​​​​​​Conclusioni

Avere un pubblico, fornirgli valore e sviluppare un prodotto di qualità o un numero limitato di prodotti è un modo sicuro per guadagnare annualmente migliaia di dollari. Oliur, un marketer di prodotti digitali online, ha utilizzato questa strategia per guadagnare più di 70 000 $ l’anno scorso.

I prodotti digitali sono i più facili da promuovere online e quelli da cui è più semplice ricavare delle entrate ragionevoli, e il social media marketing è ancora la soluzione più economica, a meno che non si disponga di migliaia di dollari da spendere per l’acquisto di annunci su Facebook e Google, o per l’influencer marketing, che comporta il pagamento degli influencer.

Come ti sembra questo articolo?
#prodotti digitali