25 gennaio 2023 0 155

Come Avviare un’Attività di Affiliate Marketing Anche Se Non Si Sa Nulla di Media Buying, Secondo Vadim Kuzmitsky

Vadim Kuzmitsky, cofondatore dell’agenzia Sinners Marketing, che opera nel settore gaming nell’ambito dei Paesi di primo piano, è stato intervistato di recente sul canale YouTube Point G.

In questa intervista, Vadim ha raccontato come è riuscito a mettere insieme un team di media buyer per avviare un’attività di affiliate marketing senza neanche sapere come gestire gli annunci. Ha inoltre parlato dei seguenti argomenti:

  • Come ha assunto i suoi media buyer
  • I più grandi errori nell’avviare un’agenzia pubblicitaria
  • Quanto ha speso per il lancio dell’agenzia di marketing
  • Come scegliere un settore e trovare i partner giusti
  • Quanto guadagna il team
  • La vita e gli affari a Londra, perché si è trasferito a Kiev, in Ucraina, e la sua infanzia in Lituania.


Il Background di Vadim

Vadim Kuzmitsky è nato a Klaipeda, in Lituania, città in cui ha trascorso la maggior parte della sua infanzia. All’età di 20 anni, si è trasferito a Londra, dove ha lavorato per 3 mesi in un cantiere edile per poi passare a una società di consulenza. Un paio di mesi dopo è approdato al settore immobiliare.

All’inizio del 2021, Vadim si è trasferito a Kiev, dove ha avviato un’agenzia di marketing mettendo insieme un team di 30 dipendenti. Il team è specializzato nella nicchia del gioco d’azzardo e promuove molte offerte di affiliazione diretta da parte di società del settore.

Prima di avviare l’attività, Vadim non aveva alcuna conoscenza tecnica dell’affiliate marketing o del media buying. È stato ispirato e spinto verso questo settore dopo aver visto un video di YouTube su un case study di Alexander Slobozhenko, un affiliato di successo ucraino.

“Questo ragazzo viveva a Kiev, aveva 20 anni e guidava una McLaren. Io vivevo a Londra e non guadagnavo abbastanza da potermi permettere un’auto del genere, e per me questo voleva dire che stavo facendo qualcosa di sbagliato”, così Vadim racconta di Alexander.


La Sua Vita Prima dell’Affiliate Marketing

Il primo lavoro di Vadim dopo il cantiere è stato presso la società di consulenza PricewaterhouseCoopers (PwC), dove ha collaborato all’organizzazione di seminari, riunioni e così via.

In seguito è entrato a far parte di una startup immobiliare che si occupa di subaffitti di abitazioni a Londra. L’azienda prendeva in affitto grandi appartamenti a un prezzo medio di 3 000 sterline e li riaffittava per singola camera a 4 000 sterline. Vadim racconta che i clienti dell’agenzia immobiliare erano principalmente studenti e informatici. Per loro, il criterio più importante nella scelta della casa era la vicinanza al luogo di studio o di lavoro. L’attività era fiorente e tutti i clienti erano soddisfatti.

Vadim aveva in gestione 12 appartamenti, che gli consentivano di guadagnare un reddito netto di circa 10 000 sterline al mese.


Costo Della Vita: Londra e Kiev a Confronto

Vadim afferma che, dopo essersi trasferito a Kiev, ha speso in media circa 5 000 dollari al mese per vivere. A Londra, l’imprenditore ha vissuto in modo molto più modesto, e afferma che se dovesse vivere lì con lo stesso stile di vita che ha a Kiev, dovrebbe spendere 17 000 dollari ogni mese. A Londra si può vivere con un budget limitato, ma questo significa avere una vita meno ricca di eventi, senza feste e altri divertimenti amati dai giovani.

Creazione di un Team per il Media Buying

A Kiev, Vadim e il suo socio, anch’egli alle prime armi con l’affiliate marketing, hanno deciso di cercare degli esperti da inserire nel loro team. Vadim ha saputo dai suoi amici che le agenzie che si occupano di media buying pagano ai media buyer in media il 25% dei propri profitti. Vadim e il suo socio hanno deciso di aumentare questa percentuale fino al 40% e hanno pubblicato delle offerte di lavoro per media buyer.

Secondo Vadim, la strategia che prevedeva la ripartizione dei profitti in base ad un rapporto di 60/40 era sbagliata. Inizialmente, non avevano considerato che con il loro 60% di profitto dovevano sostenere i costi per l’affitto di un ufficio, gli stipendi degli altri dipendenti, i loro stessi stipendi e altre spese operative.

Con il 60%, Vadim e il suo socio hanno coperto tutte le spese per il lancio delle campagne pubblicitarie. Vadim dice che se dovesse mettere insieme un team ora, offrirebbe ai dipendenti uno stipendio in base al volume di lead che generano. Per molti media buyer di Kiev, sono sufficienti 1 000-3 000 dollari più un bonus del 10% sui profitti generati.


Quanti Soldi Servono per Creare un Team per l’Affiliate Marketing?

Vadim racconta che lui e il suo socio hanno iniziato l’attività con 20 000 dollari. Si trattava di una cifra molto bassa, dal momento che i ragazzi hanno coperto tutti i costi infrastrutturali dell’attività.

Dopo 5 mesi, si sono resi conto che era necessario investire più denaro nell’azienda per poter disporre di budget pubblicitari più elevati sia per il normale funzionamento che per scalare l’attività. Hanno quindi deciso di attirare un investitore esterno, che avrebbe guadagnato un terzo dei profitti senza partecipare direttamente alle attività dell’azienda. Secondo Vadim, l’investitore ha stanziato 100 000 dollari, dando un notevole impulso all’agenzia.


I 3 Paesi Migliori

Il team di Vadim che si occupa di media buying opera esclusivamente nel settore del gioco d’azzardo e indirizza il traffico verso le offerte che hanno come target di riferimento i Paesi di primo piano. Di seguito è riportato l’elenco dei Paesi che per loro si sono rivelati più performanti;

  • Germania
  • Italia
  • Australia


I Motivi Della Scelta Della Nicchia del Gioco d’Azzardo

La scelta di operare nella nicchia del gioco d’azzardo all’inizio del suo percorso nell’affiliate marketing è stata dovuta alle raccomandazioni che Vadim ha ricevuto prima di avviare l’agenzia. Da quando ha iniziato a lavorare in questo settore, il team ha generato molti profitti e non ha alcuna fretta di esplorare altre nicchie.

Nel novembre 2021 il team ha avuto problemi con Facebook e ha cercato di passare alla promozione di offerte di criptovalute, ma tutte le campagne di prova hanno avuto un esito negativo. Perciò ha abbandonato immediatamente questa nicchia.

Struttura del Team

Il team di Vadim è composto da 25 media buyer, 1 gestore di account e 2 contabili. Le responsabilità dei due contabili sono distribuite come segue:

  • Contabile 1: gestisce i documenti contabili generali dell’azienda.
  • Contabile 2: si occupa dei pagamenti dei partner e dei dipendenti in base ai relativi contatti.

Vadim è coinvolto nella creazione di relazioni con i partner ed è responsabile delle questioni relative al personale. Il suo partner si occupa della parte finanziaria del team.

Le Entrate

Vadim afferma che in termini di profitti l’aprile del 2022 è stato il mese migliore da quando il team è stato creato. In quel mese hanno guadagnato 250 000 dollari e Vadim lo attribuisce al fatto che il team è tornato a lavorare in ufficio quasi a pieno regime mentre la maggior parte dei concorrenti non lavorava.

Ciò è avvenuto dopo l’inizio della guerra tra Russia e Ucraina, nel marzo 2022.

Nel maggio-giugno 2022, i team che si occupano di marketing in Ucraina hanno ripreso a lavorare e i margini di profitto dell’agenzia di Vadim sono tornati al 30%.

Il budget pubblicitario giornaliero minimo di un media buyer dell’agenzia è di 1 000 dollari. Vadim afferma che nella sua agenzia i migliori media buyer spendono tra i 2 000 e i 3 000 dollari al giorno. A suo avviso, si tratta di una cifra molto inferiore a quella spesa dai migliori team del settore, che è mediamente pari a 300 000 dollari al giorno.


Collaborare Direttamente con Gli Inserzionisti Invece Che con le Reti di Affiliazione

Vadim segue la tendenza generale della comunità dell’affiliate marketing: evita il più possibile di collaborare con le reti di affiliazione preferendo lavorare direttamente con gli inserzionisti. Questo gli ha permesso di ottenere un discreto successo. Inoltre, non dipende da un solo inserzionista, ma collabora con più inserzionisti per diversificare il suo portafoglio di offerte.

Conclusioni

La storia di Vadim Kuzmitsky è fatta di avventure. L’imprenditore è passato da un’attività immobiliare stabile a Londra all’avvio di un’agenzia che si occupa di affiliate marketing a Kiev.

Molti imprenditori che non operano online hanno sentito parlare di marketing di affiliazione e hanno deciso di utilizzarlo, ma pochi di loro hanno raggiunto un successo enorme. Vadim ha scelto di non essere coinvolto tecnicamente nel processo di media buying e di mettere invece insieme un team di esperti, occupandosi della parte gestionale. In questo modo, senza conoscenze tecniche, è riuscito a creare un’agenzia di affiliate marketing che si è rivelata un successo.

Come ti sembra questo articolo?