17 maggio 2023 0 330

“Dovete Puntare su Telegram Ads Adesso, Finché Ottenere Traffico è Economico e Non Serve un Budget Elevato”: i Case Study di Affiliati che Usano Telegram Ads

Gli annunci su Telegram sono diventati più accessibili. Sono finiti i tempi in cui bisognava effettuare un deposito minimo di 2 000 000 € per creare un account pubblicitario su questa piattaforma (sì, era proprio così!). Nel 2021 l’importo è stato abbassato a 2 500 $, ma per molti risultava ancora troppo costoso.

Nell’agosto del 2022, molti servizi hanno reso possibile lanciare annunci con un budget di 166 $ e oltre, e questa opportunità si è rivelata più attraente: affiliati, marketer, media buyer e proprietari di canali si sono buttati sulla pubblicità a pagamento. Si sono viste persino delle lamentele per il fatto che il costo per clic è aumentato di parecchie volte a causa del flusso elevato di richieste.

Alla fine di agosto, l’importo minimo del budget pubblicitario è stato fissato in 3 000 € ed era quasi impossibile riuscire a trovare delle casistiche che dimostrassero o meno la riuscita di questo tipo di promozione.

In questo articolo esamineremo i principali fornitori di servizi che consentono di pubblicare annunci su Telegram. Inoltre, vi racconteremo l’esperienza di una media buyer che ha acquistato pubblicità per il suo canale e presenteremo i case study di Maria Dorvey, che ha fatto un intervento su Telegram Ads alla conferenza CPA Life del 2022.


Il pubblico di Telegram

Nel giugno 2022, il numero degli utenti di Telegram ha raggiunto i 700 000 000, 50 000 000 dei quali sono russi.

Nel 2021, Telegram è entrato nella TOP 5 delle applicazioni più popolari. Secondo le statistiche di Sensor Tower, solo nel primo trimestre del 2021 l’app è stata installata 100 000 000 di volte. Soltanto WhatsApp, TikTok, Instagram e Facebook hanno fatto registrare numeri superiori.

Relativamente al 2021, le statistiche hanno mostrato che il pubblico principale di Telegram è costituito da uomini di età superiore ai 18 anni e inferiore ai 34 anni. Più della metà ha uno stipendio di 1 000 $ al mese e ricopre posizioni di comando.

Sempre secondo le statistiche, il pubblico di questa piattaforma è interessato a:

  • Canali di notizie — 82%
  • Notizie su un settore specifico — 43%
  • Canali di intrattenimento — 59%
  • Canali educativi — 55%
  • Canali politici — 59%
  • Canali di blogger e celebrità — 27%
  • Canali aziendali — 11%
  • Canali con prodotti e sconti — 16%
  • Canali con offerte di lavoro — 15%
  • Canali dedicati al dark web — 8%
  • Canali personali di amici — 27%
  • Canali interni delle aziende — 13%

Su Telegram è vietato pubblicizzare contenuti di natura sessuale e scioccante, contenuti pirata, armi, gioco d’azzardo, tabacco e alcol, sostanze illegali, contenuti relativi a pubblicità di natura politica e fast food. Nelle creatività non si possono usare maiuscole, imperativi, codici Unicode e ASCII ed elenchi puntati. L’elenco completo dei divieti può essere consultato sul sito ufficiale di Telegram.

I servizi che potete utilizzare per pubblicare annunci su Telegram Ads

Sul mercato esistono attualmente cinque servizi che consentono di pubblicare annunci con un investimento pari o superiore ai 1 000 €. Questi servizi sono:

  • E-profit
  • Elama
  • AItarget.one
  • Click.ru
  • Centra

Ma dovete mettere in conto che, in aggiunta all’importo del puro budget pubblicitario, dovrete avere a disposizione un’ulteriore somma pari ad almeno il 35% di tale importo.
 

  • E-profit

E-profit offre account pubblicitari per Telegram Ads, VKontakte, MyTarget e TikTok. Il deposito minimo è di 80 €. Potete creare il vostro account pubblicitario facendo domanda sul sito web dell’azienda e interagendo con il responsabile E-profit che verificherà se il vostro canale è conforme alle regole di Telegram.

Potete contattare l’azienda tramite Telegram o a questo indirizzo e-mail: ans@eprofit.me. La ricarica del saldo può essere effettuata solo con una carta di credito emessa da una banca e viene applicata una commissione del 3,5%. L’importo massimo per ogni ricarica è di 3 000 € e l’importo massimo delle ricariche effettuate in un singolo giorno non può superare i 9 500 €.
 

  • Click.ru

L’importo minimo per gli annunci Telegram con Click.ru è di 3 000 €. Per connettervi all’account pubblicitario, dovete superare la procedura di moderazione, mentre il saldo dovuto viene riservato immediatamente. Dovrete inoltre fornire alcune informazioni sull’inserzionista: cognome, nome, e-mail, numero di telefono e Paese.

Potete contattare l’assistenza tramite e-mail all’indirizzo support@click.ru, o rivolgervi al responsabile che vi sarà assegnato subito dopo la registrazione.
 

  • Elama

L’importo minimo del deposito su Elama è di 3 000 €. Questa opzione è disponibile al momento del primo deposito e non potrete accedere al vostro account, ma sarà l’azienda stessa a gestire gli annunci in base alle vostre preferenze o impostazioni fino a quando non effettuerete un secondo deposito. Questo servizio è disponibile solo per le persone giuridiche e gli imprenditori individuali.

Potete accedervi iscrivendovi al sito web di Elama ed effettuando un primo deposito di 4 050 €. Tale importo è costituito da 3 000 euro di deposito iniziale + il 15% di commissione per il servizio e il 20% di IVA.

Per il top up del saldo potete utilizzare una carta, effettuare un pagamento in contanti tramite gli uffici di Elama in Russia o usare un portafoglio QIWI.
 

  • Aitarget One

Aitarget One dà accesso a Telegram Ads con un deposito minimo di soli 3 000 €. Potete iscrivervi sul sito web dell’azienda e creare un account pubblicitario. Su questa piattaforma, ogni account pubblicitario può gestire gli annunci per un solo canale Telegram. Quindi, se avete più canali, dovrete pagare per diversi account pubblicitari o cercare un’alternativa tra quelle elencate in questo articolo.  

È previsto un cashback fino al 5% se spendete più di 10 000 000 di dollari in pubblicità per trimestre, nonché un referente fisso che vi aiuterà con il lancio e risponderà a tutte le vostre domande.

Quando fate il top up del saldo, è richiesto un deposito minimo di 4 050 €, che vengono ripartiti come segue: 3 000 € di deposito + 20% di IVA + 15% di commissione Aitarget One. I pagamenti relativi all’account sono eseguibili solo con carta di credito. Per comunicare con il servizio assistenza, è disponibile una chat sul sito web e potete aprire dei ticket per le richieste di supporto nel vostro account personale.
 

  • Centra

L’importo minimo richiesto per aprire un account è di 3 000 euro + 20% di IVA, per un totale di 3.600 € per il primo deposito. Potete ottenere informazioni sulle condizioni, le spese, gli interessi e altre indicazioni solo interagendo personalmente con un responsabile sul sito web di Centra. Inoltre, potete richiedere una versione demo per familiarizzare con le funzionalità del sito. Il servizio assistenza può essere contattato via e-mail all’indirizzo hello@centra.ai.

Intervista a una media buyer che promuove il suo canale con Telegram Ads

Trovare materiale per un case study dagli inserzionisti non è stato facile come si potrebbe pensare. In effetti, gli annunci vengono molto utilizzati, ma i proprietari dei canali non vogliono divulgare le statistiche e i risultati delle loro campagne (da questo si capisce che si tratta di qualcosa che è davvero interessante). Alla fine siamo riusciti a realizzare un case study grazie a Natalya Gritsenko, la proprietaria del canale Telegram Smart Advertiser.

Natalya Gritsenko

“Penso che sia necessario puntare su Telegram Ads ora. Il CPM è ancora basso e il pubblico non è ancora saturo.”

Ciao, potresti dirci quale è la nicchia del tuo canale e quanti iscritti avevi prima del lancio degli annunci e quanti ne hai ora?

La nicchia del canale è il marketing online. Prima di lanciare la pubblicità su Telegram Ads, c’erano circa 43 900 iscritti, adesso sono 44 970. La campagna è durata 3 settimane. Ora abbiamo più dati, perché le statistiche di Telegram ci mostrano la portata dei nostri annunci e quanti iscritti sono stati acquisiti da ciascuna creatività. Non vediamo l’ora di ottimizzarli ulteriormente.

Com’è Telegram Ads rispetto alle altre piattaforme pubblicitarie?

Ora è più economico utilizzare Telegram Ads, ma è più facile rivolgersi direttamente ai proprietari dei canali. Con il media buying su Telegram, bisogna monitorare quotidianamente le offerte, aumentarle e ridurle, bloccare le creatività inefficaci e realizzarne di nuove. In generale, è lo stesso che con qualsiasi altra piattaforma pubblicitaria.

Quale fornitore di servizi utilizzi per acquistare gli annunci su Telegram Ads? Se non è un segreto, con che budget? Quanto è costato acquisire ogni nuovo iscritto?

Acquisto le pubblicità tramite E-profit. A luglio avevano un limite per l’accesso di 3 000 € + 20% di commissione + 20% di IVA. Ora, in media, un nuovo iscritto costa 0,4 €. Finora abbiamo speso 500 € e ogni nuovo iscritto è costato circa 0,2 €.

Ci sono stati problemi con la moderazione?

Tutte le creatività hanno dovuto essere rifatte. Hanno rimosso gli inviti all’azione come “Iscriviti” e “Leggi” dal testo dell’annuncio e li hanno cambiati in “Lo spiego qui... (seguito dal  link)”. Secondo la moderazione, si tratta di qualcosa di imprescindibile. Inoltre, non hanno gradito la parola “target” e l’hanno sostituita con “targeting”. In linea generale, la moderazione è più severa che su altre piattaforme pubblicitarie.

Pensi che sia in qualche modo possibile promuovere nicchie che rientrano tra le attività black hat? Ti è capitato di vedere dei casi del genere?

Sì, ho visto casi di questo tipo. Creano un canale white hat che viene poi promosso tramite gli annunci per acquisire iscritti. Una volta terminate le campagne pubblicitarie, promuovono i canali black hat agli iscritti ottenuti grazie al canale white hat. Ma ho sentito dire che verrà introdotta la possibilità di presentare reclami nei confronti di questi canali.

Quali consigli puoi dare a chi ha intenzione di iniziare a promuovere i propri canali su Telegram? Ci sono degli accorgimenti o delle problematiche che devono conoscere prima di iniziare?

Bisogna sfruttare Telegram Ads adesso, finché il CPM non aumenta e il pubblico non è saturo di annunci. Se a luglio il CPM era di 2 €, ora in alcuni ambiti la cifra sale fino a 3-4 €.

È più conveniente lavorare con interessi ampi e bisogna essere in grado di trasmettere chiaramente quella che è l’idea principale e il relativo messaggio con 160 caratteri.

Bisogna mettere in conto che la moderazione vada per le lunghe e che ogni semplice cambiamento, come il nome del canale o l’avatar, debba superare a sua volta la moderazione.

Analisi dei case study di Maria Dorvey: una master class su Telegram Ads

Nell’agosto del 2022 si è tenuta in Russia una conferenza sull’affiliate marketing chiamata CPA Life Fest, durante la quale Maria Dorvey, CEO di GTX e cofondatrice della Dorvey Marketing Agency, insieme ai responsabili della rete E-profit, hanno presentato dei case study su Telegram Ads relativi ad alcuni dei loro canali. Più sotto riportiamo solo i dati principali che potrebbero interessarvi.

1. Promozione di un canale nella nicchia della finanza

  • Budget: 5 399 €
  • Visualizzazioni: 2 548 861
  • Iscritti acquisiti: 19 249 persone
  • Costo medio per nuovo iscritto: 0,28 €
  • CPM: 2,09 €

Il canale ha acquisito oltre 19 000 iscritti a 20 giorni dall’avvio della campagna. Il team che si occupa del marketing si è rivolto a oltre 200 canali nell’ambito della nicchia della finanza. In un primo momento il targeting è stato impostato sul tema “investimenti”, che ha fatto ottenere 500 iscritti al giorno con un CPM minimo. Poi sono stati aggiunti “Affari” e “Finanza”.

Esempi di creatività utilizzate:

  • “Come sviluppare un’attività commerciale? Dove posso trovare i fondi per avviare la mia attività? Parliamone sul canale.”
  • “10 libri sul pensiero imprenditoriale che dovresti iniziare ad usare subito.”
  • “Come risparmiare per un appartamento in un anno? Con quali banche non conviene lavorare e dove è meglio investire? Le risposte del canale.”

Queste creatività hanno permesso di acquisire iscritti a 0,32 €.

2. Un canale sulle criptovalute che vende l’accesso a un gruppo VIP

  • Budget per gli annunci: 3 964 €
  • Visualizzazioni: 1 628 192
  • Iscritti acquisiti: 12 412 persone
  • Costo medio per nuovo iscritto: 0,32 €
  • CPM: 2,43 €

Sono stati targetizzati circa 900 canali dedicati alle criptovalute, che hanno fatto acquisire circa 250 iscritti al giorno. Inoltre, sono stati aggiunti canali sui temi “Criptovalute” e “Investimenti”, che hanno fatto ottenere altri 250 iscritti al giorno, portando il totale a 500. Sono state lanciate 18 campagne pubblicitarie per raggiungere tutti i 900 canali target.

Esempi di creatività utilizzate:

  • “Quello che devi sapere sul mercato delle criptovalute. L’autore del canale condividerà consigli e suggerimenti utili.”
  • “Dovrei comprare bitcoin adesso o più avanti? A quali criptovalute vale la pena prestare attenzione? Come iniziare a guadagnare, lo raccontiamo sul canale.”

Queste creatività hanno permesso di acquisire iscritti a 0,32 €.

3. Il canale di un blogger che si occupa di fitness dove vengono venduti corsi su fitness e corretta alimentazione

  • Budget: 2 619 €
  • Visualizzazioni: 1 274 874
  • Iscritti acquisiti: 13 472 persone
  • Costo medio per nuovo iscritto: 0,19 €
  • CPM: 2,05 €

Il team ha predisposto 12 creatività e le ha suddivise in 3 gruppi: corretta alimentazione, video di allenamenti e perdita di peso. La promozione di ogni gruppo di creatività è stata effettuata con un budget giornaliero di 20 €.

Esempi di creatività utilizzate:

  • “Allenamenti gratuiti da fare a casa sul canale @nome. Solo 20 minuti di allenamento per un corpo sano e tonico.”
  • “Suggerimenti per un’alimentazione sana. Ricette per chi vuole ottenere una figura snella sul canale @nome.”

Queste creatività hanno permesso di acquisire iscritti con un CPA di 0,20 €.

Il nostro giudizio

Al momento la pubblicità su Telegram Ads è relativamente economica, il pubblico non è saturo di annunci e ha un atteggiamento positivo nei loro confronti. Acquisire nuovi iscritti è molto conveniente rispetto ad altre piattaforme. È anche possibile cercare di promuovere dei canali “grigi”, ma dovete essere consapevoli che, se venite scoperti, perderete il budget che avete destinato a questo scopo.

Se volete raccontarci la vostra esperienza con Telegram Ads, contattate la nostra redazione: provvederemo tempestivamente a integrare l’articolo con il vostro contributo.

Come ti sembra questo articolo?