19 maggio 2023 0 313

Come Utilizzare gli Spark Ads di TikTok per Potenziare il Vostro Influencer Marketing

Nel 2022 la corsa all’oro per il settore del marketing online è stata la pubblicità su TikTok. Una ricerca condotta dalla Reuters mostra che sono sempre di più i brand che decidono di spostare la spesa per gli annunci su questa piattaforma, dato che le previsioni indicano che le entrate pubblicitarie di TikTok triplicheranno entro la fine dell’anno, raggiungendo gli 11 miliardi di dollari.

I marketer e i marchi hanno puntato molto sulla pubblicità di TikTok per ottenere nuovo traffico, soprattutto grazie all’influencer marketing, che ne genera uno di tipo più organico e ad alta conversione.

Comprendendo il potere dell’influencer marketing, TikTok ha introdotto gli Spark Ads per consentire ai brand e agli inserzionisti di aggiungere i contenuti realizzati dai loro influencer alle campagne pubblicitarie a pagamento, in modo da aumentare le visualizzazioni e il coinvolgimento durante la fase di scoperta del marchio, ovviamente con l’approvazione del creatore/influencer.

In questo articolo approfondiamo il tema degli Spark Ads, analizziamo le differenze tra Spark Ads e annunci standard e tra Spark Ads con gli influencer e annunci standard e illustriamo i consigli per creare Spark Ads efficaci capaci di catturare l’attenzione e come il vostro brand può utilizzarli per ottenere i massimi risultati.

Cosa sono gli Spark Ads di TikTok?

Gli Spark Ads sono un formato nativo di annunci che vi consente di usare i post organici degli influencer come parte delle vostre campagne pubblicitarie. Si tratta di un ibrido tra pubblicità organica e a pagamento o whitelisting di influencer, in quanto potete utilizzare come vostri annunci i post già pubblicati da un creatore di contenuti, previo ottenimento della sua autorizzazione.

Gli Spark Ads vengono promossi attraverso la pagina del creatore, con l’etichetta “Sponsorizzato”, e c’è un’opzione per aggiungere una Call to action (CTA) integrata che reindirizzi a un sito web. Potete utilizzare gli Spark Ads anche per i post pubblicati dal vostro account TikTok for Business.


I vantaggi degli Spark Ads

Il vantaggio principale degli Spark Ads è che non sembrano annunci, sono dei video organici. Ciò significa che gli utenti possono mettere “Mi piace”, commentare, condividere, co-creare e interagire con la vostra pubblicità esattamente come se fosse un post organico. Trasmettendo questo feeling di contenuto nativo fornisce un’autenticità imbattibile ai vostri annunci, offrendo un’esperienza migliore agli utenti.

Differenze tra Spark Ads e annunci standard di TikTok

A prima vista, gli Spark Ads non sembrano molto diversi dai normali annunci di TikTok, ma analizzandoli meglio si possono notare 4 differenze importanti.

  1. Con gli Spark Ads di TikTok, dovete prima pubblicare organicamente il contenuto e poi potete convertirlo in un annuncio, mentre potete creare gli annunci normali su TikTok Ads Manager.
  2. Gli Spark Ads funzionano come un normale video di TikTok: si clicca sulla foto del profilo per accedere al profilo del creatore, si tocca il nome della musica per vedere gli altri video creati con lo stesso audio e toccando il pulsante CTA o una didascalia gli spettatori vengono diretti alla landing page dell’inserzionista, mentre con i normali annunci di TikTok, cliccando su qualsiasi elemento (la foto del profilo, il nickname, la didascalia del video e il pulsante CTA) si viene reindirizzati alla landing page scelta dall’inserzionista.
  3. Gli Spark Ads consentono di monitorare i clic a pagamento, i “Mi piace”, le condivisioni, i follower, le visite al profilo e i clic sulla musica, mentre con gli annunci normali è possibile monitorare solo i clic a pagamento.
  4. Gli Spark Ads non hanno restrizioni sulla risoluzione dei video, sulle proporzioni, degli annunci, sulla dimensione dei file e sul bitrate, mentre gli annunci standard di TikTok hanno restrizioni come: 1) la dimensione del file non deve superare i 500 MB e 2) la risoluzione deve essere di almeno 540x960 pixel.

Nel complesso, gli Spark Ads si integrano meglio con il feed standard di TikTok, garantendo contenuti che catturano l’interesse degli utenti. D’altra parte, gli In-Feed Ads non sono altrettanto coinvolgenti perché è chiaro che si tratta di annunci.

Cos’è meglio: confronto tra Spark Ads con gli influencer e ads standard su TikTok

Quale tipo di annuncio di TikTok è il migliore? Gli Spark Ads sono meglio perché sono più autentici rispetto al feed nativo e hanno probabilmente un rendimento superiore rispetto agli Ads standard. Anche i numeri lo confermano. Rispetto agli annunci tradizionali, gli Spark Ads presentano questi valori:

  • Percentuale di completamento più elevata del 30%
  • Tasso di coinvolgimento più elevato del 142%
  • Tasso di conversione più elevato del 43%
  • CPM più basso del 4,2%

Gli Spark Ads vi permettono di migliorare la vostra presenza online e di creare connessioni più forti con i clienti senza dovervi occupare internamente della creazione dei contenuti.

Ma creare Spark Ads non è semplice come modificare il formato di un annuncio. Gli Spark Ads di TikTok funzionano in modo diverso dagli In-Feed Ads, quindi la strategia deve cambiare insieme al tipo di annuncio. Qui sotto illustriamo alcuni consigli per ottenere il massimo dal vostro prossimo Spark Ad.

5 consigli per creare Spark Ads efficaci che catturano l’attenzione degli utenti

Creare Spark Ads di TikTok non richiede grandi capacità. Ma ci sono alcune accortezze da tenere a mente per ottenere il massimo ritorno sugli investimenti:
 

  • Scegliete di promuovere contenuti con cui sia facile identificarsi

I contenuti che sono in sintonia con il pubblico funzionano meglio. L’autenticità segue la rapportabilità. Scegliete post organici che affrontino i problemi dei vostri clienti e video che il vostro pubblico possa trovare divertenti, informativi o stimolanti.

L’aspetto migliore degli Spark Ads è che buona parte del lavoro è già stata fatta, perché i creatori di contenuti eccellono nella creazione di video di TikTok coinvolgenti che il vostro pubblico apprezzerà. Il vostro compito è quello di scegliere un post su TikTok che sia coinvolgente e che sposi l’identità del vostro marchio.

Un’eccellente narrazione, l’attrattiva emozionale e un’alta rapportabilità sono i tre pilastri su cui si basano gli Spark Ads che funzionano in modo eccezionale.
 

  • Preferite i micro-influencer rispetto alle celebrità

I micro-influencer sono influencer che hanno un seguito compreso tra 5 000 e 150 000 persone. Sono esperti nel loro campo e hanno follower in numero ridotto ma che sono molto coinvolti. Pensate a loro come agli influencer della porta accanto, rispetto alle celebrità con le quali non è neanche lontanamente possibile identificarsi.

Nonostante il numero ridotto di follower, vantano un tasso di coinvolgimento più elevato rispetto ai macro-influencer e sono molto più convenienti come partner.
 

  • Adattate la vostra CTA al vostro obiettivo

Il vostro Spark Ad conterrà un pulsante per la Call to action che reindirizzerà gli utenti ai passaggi successivi. Il pulsante CTA deve corrispondere ai vostri obiettivi:

  • Se volete aumentare le installazioni di un’app, una buona scelta è “Scarica”
  • Se volete ottenere un aumento delle iscrizioni o delle prove gratuite, usate “Iscriviti ora”
  • Se state indirizzando il traffico verso la pagina di un particolare prodotto, utilizzate “Acquista ora” come CTA

Più la call to action è specifica, meglio è. Le CTA vaghe, come “Per saperne di più”, non dicono agli utenti cosa fare o cosa aspettarsi esattamente.
 

  • Gestite gli Spark Ads

Prima di lanciare uno Spark Ad, dovete essere consapevoli di alcune questioni amministrative per evitare di commettere errori:

  • Fate attenzione alla scelta dell’audio. Scegliete solo clip o audio non coperti da diritti d’autore o per i quali possedete tali diritti per evitare costose richieste di risarcimento per la violazione del copyright.
  • Ricordate che, se state utilizzando un contento con le funzioni Duet o Stitch, avete bisogno del permesso di tutti i creatori coinvolti per trasformarlo in uno Spark Ad.
  • I creatori generano un codice video per trasformare il loro post organico in uno Spark Ad per una durata prefissata (sette, 30 o 60 giorni). Chiedete ai creatori di prorogare il periodo di autorizzazione se volete continuare ad usare lo Spark Ad oltre il tempo impostato.


Case Study sull’utilizzo degli Spark Ads

Il marchio del settore beauty Isle of Paradise ha ottenuto un successo virale in modo organico su TikTok nel secondo trimestre del 2020. Quando ha lanciato il suo nuovo prodotto Glow Drops, era pronto a sfruttare la piattaforma con due diverse strategie di campagne a pagamento, utilizzando post brandizzati e post ideati dai creatori di contenuti.

Ha contattato gli influencer di TikTok che avevano già pubblicato video testimonianze organiche su Glow Drops e ha collaborato con loro per riproporre questi contenuti per la propria campagna.

Poi ha convertito questi video ideati dai creatori in Spark Ads e il successo è stato sorprendente.

Isle of Paradise ha ottenuto i seguenti risultati:

  • 500% di ROI
  • 45 milioni di visualizzazioni video
  • Aumento delle entrate del 68%

E questi numeri si riferiscono al periodo che corrisponde alla bassa stagione di Isle of Paradise.

Non si tratta sicuramente di un caso isolato. James Allen, McDonald’s, e CheckIn hanno tutti ottenuto dei successi importanti con Spark Ads. Non c’è dubbio che questo strumento possa aiutare la vostra azienda a crescere in maniera straordinaria e a raggiungere un pubblico più eterogeneo.

​​​​​​​Conclusioni

Gli Spark Ads di TikTok combinano il meglio di due realtà, affiancando alla pubblicità a pagamento i contenuti genuini generati dagli utenti. Il marketing si sta rapidamente spostando dalla vendita alla costruzione di una community solida e di relazioni autentiche con i clienti. E gli Spark Ads rappresentano un passo in avanti verso la realizzazione di questo obiettivo.

I vostri Spark Ads avranno un rendimento migliore se collaborerete con influencer esperti in contenuti generati dagli utenti.

Come ti sembra questo articolo?