29 agosto 37

Automazione di Google Ads nel 2022: Strumenti e Software

Gli annunci PPC provocano molte discussioni nella comunità del marketing. Secondo alcune fonti che fanno riferimento a specifiche ricerche, il 79% dei marketer conferma i vantaggi delle campagne PPC, mentre altre fonti, basate su dati quasi diametralmente opposti, considerano i PPC costosi e inutili. In effetti, la realtà delle cose è evidente. Quante persone conoscete che aprono la seconda o la terza pagina dei risultati di ricerca? Beh, non molte. Perciò gli annunci PPC sono ancora validi e attuali.                                                                                          

Wordstream ha recentemente pubblicato interessanti e “spaventose statistiche PPC”:

Le persone non vanno oltre la prima SERP. Google Ads è importante, punto e basta. Gli annunci PPC aiutano ad aumentare la visibilità del brand e generano traffico, lead e vendite.

Fatto: un marketer medio guadagna da $5 a 10 per ogni dollaro investito in Google Ads.

Oggi analizzeremo l'automazione di Google Ads, ovvero i vari strumenti e software progettati per alleviare gli incubi e i grattacapi dei marketer.

La gestione di Google Ads non è semplice come può sembrare. Inizialmente, incontrate difficoltà nella ricerca delle keyword, studiate i concorrenti e vi arrabbiate. Poi, stabilite il vostro budget, lanciate una campagna di annunci e state tutto il tempo a monitorare le statistiche. Infine, fate un’altra ricerca, implementate le modifiche e controllate attentamente i risultati.

Di solito vai a pagina 2 o 3 dei risultati di ricerca?
0 voti

Immaginate di avere una campagna su larga scala, su diverse piattaforme, oppure di aver lanciato diverse campagne di annunci contemporaneamente. Per fortuna, siamo nel 2022. Abbiamo molteplici soluzioni per aiutarci nel noioso e difficile compito di gestire Google Ads.

Di seguito trovate un elenco di strumenti con una breve descrizione delle loro funzionalità per automatizzare Google Ads e migliorare il livello delle vostre campagne. Infine, discuteremo dei vantaggi e degli svantaggi dell’automazione di Google Ads.


Automazione PPC: Integrazione e Reportistica, Script, Build Personalizzate, Software Completo

Per quanto gli strumenti di automazione siano di tendenza, possono essere suddivisi in diverse categorie in base alla loro funzionalità principale e alla loro complessità.

Secondo alcune fonti i software di automazione si possono suddividere in due tipologie principali:

  • Automazione basata su regole. Impostate le regole per la vostra campagna pubblicitaria, come offerte, budget o stato, e lo strumento vi avviserà di tutti i limiti e le diminuzioni.
  • Automazione basata sui dati. Questo tipo di automazione è di supporto per l'analisi completa dei vostri dati.

Tuttavia, Neil Patel individua i seguenti 4 gruppi di automazione PPC. Diamo un'occhiata a ciascuno di essi.


Integrazioni e Reportistica

L'integrazione automatizzata significa che uno strumento può estrarre dati da piattaforme diverse per ulteriori analisi e report. In effetti, la maggior parte degli strumenti di reporting offre l'integrazione con piattaforme diverse. Quindi, se state cercando una soluzione di reportistica automatizzata, assicuratevi che lo strumento che scegliete fornisca l'integrazione con le piattaforme che vi servono.

Reporting Ninja. È famoso nel settore del marketing per essere un pratico strumento per risparmiare tempo. Reporting Ninja offre l’integrazione con tutte le principali piattaforme, inclusi YouTube, Twitter, LinkedIn, HubSpot, Pinterest, Facebook e Instagram, Bing Ads, Google Ads e Google Analytics.

I marketer possono scegliere tra quattro piani tariffari, partendo da quello Starter a $20 al mese fino a quello Large a $120 mensili.

 

Swydo è un altro popolare strumento per i marketer digitali per la creazione di report e il monitoraggio automatizzati. I prezzi partono da $39 al mese per 10 fonti di dati più $1,5-3 per ogni fonte di dati aggiuntiva (la tariffa dipende dal numero totale delle fonti). Oltre a raccogliere dati su tutti i canali, Swydo consente di impostare e monitorare i KPI, combinare metriche per report personalizzati, condividere report tramite una dashboard online e offre alcune altre utili funzionalità.


Script

La piattaforma di Google Ads consente di apportare modifiche automatiche al vostro account Google Ads. Grazie al codice JavaScript, i marketer possono “modificare le offerte, mettere in pausa i gruppi di annunci e aggiungere keyword con script scritti direttamente invece che manualmente all'interno dell’account Google Ads”. Gli script sono utili per le campagne su vasta scala e vi consentono di risparmiare molto tempo.

Google consiglia di utilizzare diverse soluzioni basate su script di Google Ads già pronti per l'uso. Il marketer può modificare questi codici per adattare gli script a specifiche esigenze di marketing. Alcuni script includono la versione AdsManager (MCC) per gestire più account Google Ads. Google offre il Riepilogo dell'account per generare rapporti, i Gruppi di annunci in declino per determinare i gruppi con performance in calo, le Query di ricerca per generare rapporti con le query di ricerca effettive che attivano i vostri annunci, e molto altro ancora.    


Build Personalizzate

Si tratta di automazioni appositamente codificate che consentono di personalizzare vari aspetti delle campagne di annunci. Richiedono esperienza e competenza, quindi se siete ancora all'inizio della vostra carriera nel marketing, è meglio che troviate uno sviluppatore che vi aiuti in questo compito. Le build personalizzate vi permettono di concentrarvi su parametri unici, importanti per rendere redditizie le campagne pubblicitarie.

 


Software Completi

Questa tipologia di strumenti di automazione è la più richiesta perché include tutte le tipologie sopra citate e permette di personalizzare, automatizzare e gestire le campagne. I vantaggi principali sono l’interfaccia di facile utilizzo e le funzionalità.


Strumenti e Software per l'Automazione di Google Ads    

L'elenco che segue comprende i migliori strumenti di automazione che hanno dimostrato la loro efficienza nella gestione delle campagne pubblicitarie.  

WordStream PPC Advisor. Questo strumento è stato progettato specificamente per la gestione delle campagne PPC. Il software è rivolto alle piccole imprese e ai singoli marketer che hanno bisogno di automatizzare gli annunci PPC e non dispongono di un budget che permetta l'assunzione di uno specialista dedicato. Lo strumento aiuta nell'analisi delle keyword (sia positive che negative), nella gestione delle offerte e nella pianificazione del budget pubblicitario. Attivando lo strumento “20 Minutes Work Week”, è possibile monitorare facilmente le campagne PPC.

Optmyzr. È uno degli strumenti di automazione più popolari per la gestione di campagne pubblicitarie PPC su larga scala. Destinato principalmente alle grandi aziende, Optmyzr consente di gestire diverse campagne pubblicitarie e offre molteplici strumenti avanzati per la gestione delle keyword e delle offerte.

Il software aiuta a monitorare le prestazioni e ad apportare le modifiche necessarie.

 

SEMRush. È un nome che vi sarà capitato di sentire nell’ambito della ricerca delle keyword. Ma SEMRush è molto più che un semplice strumento per l’analisi di keyword, tant’è che questo software di automazione PPC è capace di analizzare i concorrenti, effettuare la ricerca di keyword, gestire una strategia di offerta e pianificare le campagne a livello generale. Per quanto riguarda i piani tariffari, la versione pro costa $119, la versione guru $229 e la versione business $449. L'azienda offre una prova gratuita.

Molti marketer di successo si affidano a questo strumento per analizzare le prestazioni dei competitor nel loro settore e scoprire keyword competitive. L’aspetto migliore è che questo strumento rappresenta un'ottima opzione di automazione per le aziende di ogni livello.

Himanshu Sharma di OptimizeSmart, un esperto di marketing con alle spalle 15 anni di esperienza, sottolinea l’utilità di SEMRush per l'automazione della ricerca di keyword e l'analisi dei concorrenti:

Ha pubblicato un case study dettagliato sull’implementazione della tecnologia SEMRush nel proprio progetto, confermando i vantaggi offerti da questo strumento di automazione, rivelatosi un perfetto ausilio per l’ottimizzazione della campagna e del posizionamento del sito.

Acquisio. È uno degli strumenti più avanzati per la gestione delle campagne pubblicitarie. Acquisio fornisce una dashboard unificata per gestire e modificare più account e il builder KPI per rilevare quali campagne hanno registrato prestazioni inferiori. Vi permette inoltre di migliorare le campagne pubblicitarie con lo strumento di espansione delle keyword di ricerca. Acquisio consente di migliorare le prestazioni degli annunci con un'intelligenza artificiale auto-migliorante e report multicanale personalizzati.

L’algoritmo di Acquisio aiuta a regolare e distribuire le offerte tenendo conto dell'ora, del giorno della settimana e persino della stagione. Sia le piccole che le grandi imprese trarranno vantaggio dall'utilizzo del software; i piani tariffari sono flessibili.

Adalysis. Lo strumento è stato progettato per le aziende di tutti i livelli. Potete impostare avvisi su più parametri, come offerte, budget, test degli annunci, punteggio di qualità e molti altri. Inoltre, questo strumento vi auta a validare la vostra strategia di marketing e ottenere nuove informazioni sulle prestazioni complessive della campagna. I piani tariffari partono da $99 (per spese mensili fino a $50 000). Potete scoprire di più sulle funzionalità del software grazie ad un periodo di prova gratuito di 14 giorni.

Opteo. Si tratta di un toolkit all-in-one per la gestione delle campagne Google Ads. Lo strumento garantisce il monitoraggio 24 ore su 24 dei vostri account Google Ads e vi informa su tutte le tendenze o le flessioni di un certo rilievo. Basandosi su un'analisi approfondita dei vostri dati, Opteo fornisce suggerimenti sui modi per migliorare le vostre campagne pubblicitarie per aumentarne le prestazioni. Lo strumento tiene traccia della spesa pubblicitaria, fornisce report personalizzati e monitora le prestazioni.

Opteo offre diversi piani tariffari che soddisfano le esigenze di aziende di diversi livelli, a partire da 99 $ al mese per il piano Basic.

RevealBot. È uno strumento molto utilizzato da marketer esperti e agenzie di marketing. Consente di regolare e monitorare anche le campagne più complesse. Visual Builder di RevealBot ha una semplice interfaccia drag-and-drop per la creazione di automazioni (oltre 20 azioni e le loro combinazioni in un'unica automazione). Lo strumento aiuta a ottimizzare tutti gli aspetti della sofisticata struttura di Google Ads: potete impostare regole automatizzate per campagne, gruppi di annunci, annunci e keyword. Il prezzo dipende dalla vostra spesa pubblicitaria mensile e parte da $83 al mese per una spesa pubblicitaria inferiore ai $10 000.

Adzooma. Si tratta di uno strumento di automazione universale. Innanzitutto, Adzooma è gratuito e consente di monitorare le campagne di Google, Microsoft e Facebook in un unico posto. Con Adzooma potete impostare regole automatizzate per semplificare più attività e migliorare la vostra campagna. Inoltre, avrete a disposizione i report sulle prestazioni per apportare ulteriori modifiche. È disponibile la versione Adzooma Plus per agenzie di marketing e guru del settore, al prezzo di 69 GBP. La versione Plus offre funzionalità estese, tra cui analisi della landing page, modifiche delle offerte, oltre 80 modelli di automazione e approfondimenti SEO avanzati sulle prestazioni complessive.

Adline. Forse avete sentito parlare di questo strumento che consente l'automazione per Google Ads e le Inserzioni di Facebook. Permette di automatizzare quasi tutti i parametri delle vostre campagne, monitorare le prestazioni e creare report dettagliati. Adline offre un creatore di annunci semplificato, l’ottimizzazione automatica del budget, analisi del marketing di facile comprensione, chiamate 1:1 su base mensile per la strategia della vostra campagna. Inoltre, la vostra prima campagna verrà creata dal team di Adline. I singoli marketer e i principianti possono trarre vantaggio dalle telefonate con il team qualificato e possono migliorare imparando dalla campagna sviluppata dagli esperti di Adline. Sono disponibili 3 piani tariffari: Starter a $59 al mese, Growth a $149 al mese e Premium a $349 al mese.

SpyFu. Si tratta di uno strumento molto interessante, che non è solo un software di automazione. SpyFu funge da spy tool per le keyword dei vostri concorrenti nelle campagne Google Ads e vi aiuta a monitorare i competitor PPC e a trovare le loro keyword che non state utilizzando, fornisce la cronologia dei test degli annunci e delle campagne Google Ads dei concorrenti nonché consigli sulle corrispondenze negative nelle campagne PPC e consente il monitoraggio del ranking degli annunci PPC. Potete ottenere tutte queste funzionalità a partire da $33 al mese. 

Google Ads Editor (originariamente chiamato AdWords Editor) e Bing Ad Editor costituiscono un gruppo autonomo di strumenti di marketing. Entrambi gli editor non possono essere definiti strumenti di automazione, ma forniscono una serie di funzioni utili per la creazione, la modifica e il monitoraggio di campagne di annunci PPC. Consentono la modifica di più annunci contemporaneamente, la ricerca di keyword e la gestione delle offerte. 


Anche Google Consiglia l’Automazione

Come detto, il vantaggio principale di tutti gli strumenti di automazione è quello di far risparmiare tempo. I marketer delegano alcune attività ai processi automatizzati. Google stesso consiglia l’utilizzo dei processi automatizzati per ottimizzare il rendimento complessivo delle campagne pubblicitarie, inclusi i tassi di conversione e di ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS).

Tra i principali vantaggi dell’automazione Google elenca:

  • Apprendimento automatico avanzato. Gli algoritmi automatizzati sono in grado di elaborare enormi set di dati e fare previsioni migliori sul potenziale impatto delle offerte su conversioni e performance.
  • Ampia gamma di segnali contestuali. I segnali includono diversi attributi come i dispositivi e le posizioni, nonché ulteriori combinazioni di attributi necessari per l’adeguamento delle offerte.
  • Controlli flessibili delle prestazioni. Qui potete definire e impostare i vostri obiettivi aziendali e di performance.
  • Report trasparenti sulle prestazioni. La reportistica automatizzata fornisce analisi più approfondite sulle prestazioni delle offerte e rappresenta una solida base per lo sviluppo di ulteriori strategie di marketing.

Strumenti di Automazione PPC: pro e Contro    

Tutti facciamo degli sbagli e possiamo imparare dai nostri errori. A volte non riusciamo a rimanere concentrati e tralasciamo qualche parametro importante. Ma alcuni errori possono essere facilmente evitati quando si utilizzano strumenti automatizzati.

Pro:

  • Gli strumenti di automazione consentono di risparmiare molto tempo nelle campagne durature su larga scala. La raccolta e l’analisi dei dati basate sull’automazione forniscono parametri e suggerimenti rilevanti sulle modifiche necessarie per aumentare la performance degli annunci.
  • Lo stesso vale per l’aspetto finanziario della pubblicità. Non sperimentate con le offerte, ma sviluppate una strategia di offerta basata su dati dettagliati. In questo modo riducete il rischio di commettere errori finanziari a causa di lacune nel monitoraggio della campagna.
  • Google è ben noto per i suoi aggiornamenti di sistema e le modifiche dell’algoritmo. La maggior parte degli strumenti di automazione si adatta ai cambiamenti più velocemente di quanto farebbe un esperto di marketing.

  • Notifiche e segnalazioni automatizzate. Impostate i parametri per cui desiderate ricevere una notifica e l’algoritmo vi informerà sui cali dei tassi di conversione, sull’aumento dei costi o sul numero delle impression.      

Contro:

  • Se dopo tutto quello che avete appena letto pensate che gli strumenti di automazione siano la "soluzione definitiva", allora vi sbagliate. Le campagne PPC automatizzate richiedono una configurazione iniziale, perciò dovete avere una visione chiara di quelli che sono i vostri obiettivi in termini di campagna e di performance. In altre parole, dovete avere un’idea coerente dei risultati che volete ottenere.
  • I processi automatizzati richiedono meno attenzione rispetto al controllo manuale al 100%, ma non potete lasciarli funzionare in modo totalmente autonomo. Dovete continuare a monitorarli per evitare eventuali errori o anomalie del sistema.

Il Parere dell’Esperto sull’Automazione

Neil Patel, esperto SEO e mago del marketing, autore del libro “Hustle: The Power to Charge Your Life with Money, Meaning, and Momentum” e del blog neilpatel.com, e uno dei marketer più ricchi del mondo, attribuisce un grande valore al proprio tempo ed è favorevole all'automazione.

NNeil Patel, esperto SEO

Non sapete molto di pubblicità online a pagamento, ma sapete come targhettizzare un pubblico e volete un costo per clic più basso. Con l'automazione PPC, potete semplicemente inserire gli obiettivi della vostra campagna, scegliere le strategie di offerta intelligenti e lasciare che la tecnologia faccia il resto.


Come Scegliere il Giusto Strumento per l’Automazione

Ora che avete visto i vari strumenti di automazione, probabilmente vi starete chiedendo come scegliere il software migliore. A prima vista, alcuni strumenti sembrano avere caratteristiche simili. Per non lasciarvi confondere dall'ampia scelta disponibile, tenete presenti i seguenti aspetti:                                                        :

  1. Se gestite campagne su piattaforme diverse, è bene che consideriate quali strumenti sono in grado di supportare quelle che utilizzate. Non tutti gli strumenti supportano le Inserzioni di Facebook, Bing Ads e Microsoft Ads.
  2. Funzionalità. L’insieme delle funzionalità disponibili dovrebbe essere uno dei fattori chiave nella scelta dello strumento giusto per voi. Strumenti diversi offrono diversi livelli di automazione. Alcune piattaforme possono automatizzare solo pochi parametri della campagna. Cercate una soluzione completa e multitasking in grado di automatizzare l'intera campagna PPC, comprese le ricerche di keyword, di mercato e sulla concorrenza, le offerte, il monitoraggio, l'ottimizzazione e la reportistica. Certo, esistono strumenti all-in-one, ma possono essere un po' costosi.
  3. Prezzo. Non lasciatevi ingannare da luoghi comuni come “la qualità costa” e “ciò che è gratis nasconde sempre una fregatura”. È vero che le soluzioni gratuite non sono in grado di offrire una gamma di funzioni particolarmente ampia, o di soddisfare le esigenze di diversi account, tuttavia i principianti possono utilizzare questi strumenti per imparare a conoscere il software di automazione e vedere come si comporta sul campo. I marketer più esperti devono optare per le opzioni a pagamento. Esaminate i piani tariffari, il numero di account supportati dallo strumento e i limiti di spesa pubblicitaria specificati dai diversi piani. Confrontate i prezzi. Sappiate che alcuni strumenti sono molto costosi, ma le loro funzionalità possono essere uguali o addirittura inferiori a quelle delle opzioni più economiche.
  4. Interfaccia e pannello di controllo. Se scegliete uno strumento a pagamento, vorrete ovviamente un’ambiente operativo pratico, facile da usare, comodo e personalizzabile. La cosa migliore che potete fare è utilizzare una versione di prova gratuita per verificare se vi trovate bene con l'interfaccia fornita. La complessità del pannello di controllo e dell'interfaccia non corrisponde necessariamente a funzionalità più avanzate dello strumento. Al contrario, gli sviluppatori di software complessi tengono conto dell’esperienza dell'utente finale; quindi, maggiore è il numero di funzionalità, più semplice deve essere l'interfaccia.
Hai mai provato degli strumenti di automazione gratuiti?
0 voti

Conclusioni

La vita sta diventando sempre più digitale, un numero sempre maggiore di processi vengono automatizzati in tutti i settori, nella tecnologia e nell'apprendimento. Non è più necessario tenere un dizionario in borsa e sfogliarlo alla ricerca dei vocaboli che ci servono. Basta scaricare l'app per dispositivi mobili che contiene il vocabolario necessario. Gli strumenti di automazione per Google Ads funzionano in modo analogo facendovi risparmiare tempo. Si possono anche automatizzare le inserzioni di Facebook. Sarete comunque responsabili delle campagne di marketing, della definizione degli obiettivi e dello sviluppo della strategia, ma potrete delegare alcune attività agli strumenti di automazione per concentrarvi sullo sviluppo ulteriore della vostra attività.

Come ti sembra questo articolo?
#automazione Google Ads